breaking news

Augusta| Tribulato: “il presidente Musumeci chieda scusa ai disabili tutti”

Augusta| Tribulato: “il presidente Musumeci chieda scusa ai disabili tutti”
Politica
'
0

Le parole pronunciate dal presidente della Regione, Nello Musumeci sui disabili scatenano polemiche anche a livello locale. A intervenire sulla frase pronunciata dal governato della Sicilia che all’interno dell’Ars ha detto: “Se non ci fossero stati i disabili gravissimi, molte famiglie non avrebbero dovuto subire un colpo in fronte e noi avremmo potuto disporre di qualche decina di milioni in più» è il consigliere comunale di AttivaMente Biagio Tribulato sempre in prima linea nella difesa di questa fascia debole della società.

Sconcertato e amareggiato e profondamente adirato si definisce il consigliere comunale Tribulato dopo le dichiarazioni del presidente Musumeci inserite nel discorso pronunciato all’Ars in sede di approvazione della finanziaria. “Non si può pensare di utilizzare i disabili gravissimi e le loro famiglie – dichiara Tribulato – per giustificare il taglio di altri servizi: è immorale, è altamente poco rispettoso nei confronti di chi ogni giorno convive con la disabilità e i problemi connessi alla realtà che vivono. Non sono un simpatizzante dei pentastellati e  quotidianamente lotto affinché  le mancanze verso questa fascia della città siano colmate.

Pertanto in virtù di un principio sovrano, in cui fermamente credo, secondo il quale la classe politica deve sostenere tutti garantendo servizi essenziali a chi ne ha bisogno, senza alcun remore condanno qualsiasi colore politico cerchi di ledere i diritti di nostri concittadini, diritti che sicuramente non restituiranno loro l’abilità, ma che permettono loro di affrontare la vita con un pizzico di serenità. Musumeci chieda scusa alle famiglie siciliane e ai disabili tutti, Musumeci si ricordi che “se non ci fossero stati anche i disabili gravissimi con le loro famiglie, oggi non sarebbe forse nemmeno il presidente della Regione. Esprimo solidarietà – conclude il consigliere comunale di AttivaMente – a tutti i bambini, ragazzi, papà, mamme e nonni e le loro famiglie che vivono in queste condizioni e per una tale mortificazione alla dignità dell’essere umano che nel 2018 non si può nè sentire, nè accettare. Invito il presidente a trascorrere una giornata con queste famiglie, a dedicare 24 ore del suo tempo per capire di cosa stiamo parlando…forse dopo cambierà idea”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *