breaking news

Augusta| Tutti al “capezzale” del porto di Augusta

3 Febbraio 2017 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Tutti al “capezzale” del porto di Augusta
Politica
'
1

C’erano tutti giovedì sera a palazzo San Biagio al consiglio comunale allargato anche ai consigli comunali di Priolo e Melilli ed ai sindaci dei comuni della provincia di Siracusa e alle deputazione regionale e nazionale. Hanno presenziato anche le organizzazioni sindacali e di categoria, imprenditori ed addetti ai lavori. All’ordine del giorno “Assegnazione sede autorità di sistema mare Sicilia Orientale. Discussione e proposte”.

yap recordingE’ stato un lungo e movimentato consiglio che si è concluso poco dopo le 2 di questa mattina con l’impegno di stilare un documento unitario da inviare al Governatore Rosario Crocetta e al ministro Graziano Delrio, per chiedere la revoca del decreto ministeriale che assegna a Catania la sede della Autorità Portuale di sistema della Sicilia orientale per i prossimi 2 anni. Il parlamentare regionale Enzo Vinciullo ha espresso la sua volontà di rivolgersi alla magistratura con un esposto, in quanto sarebbe stato violato il dettato della legge.  

“Solo una forte mobilitazione e l’unità del fronte politico istituzionale sociale a difesa dell’Autorità di sistema portuale nella sede “porto core” di Augusta, potrà fermare il disegno di privare la città di questo importante riconoscimento”. Ad affermarlo è in un comunicato la parlamentare Marika Cirone Di Marco.

“Non si sarebbe mai dovuto giungere a questa contrapposizione, che a torto è stata definita campanilistica, in presenza della più grande riforma del sistema portuale che un governo nazionale abbia potuto concepire. Sarebbe stato auspicabile – secondo la Di Marco – che le scelte definite in ambito europeo fossero state ribadite e decretate e che da esse potesse partire l’attuazione del progetto. Emerge, invece, con chiarezza disarmante dagli atti e dalla relazione del governo regionale, la volontà precisa di sovvertire la decisione operando furtivamente per contrastare Augusta e fare subentrare Catania come porto core”. “Sono coerenti – secondo la parlamentare siracusana – lettere e relazione della Regione nel perseguire l’intento e nel suffragarlo di una sequela di dati e notizie protesa a negare ogni peculiarità e specialità del porto di Augusta e a dimostrarne le criticità. Si esaltano, invece, come elementi forti a favore di Catania, intermodalità, rete di servizi, attrezzatura, baricentricità, città metropolitana. Il pannicello caldo dei primi due anni catanesi non può incantare nessuno e rientra nel tentativo maldestro di provare a tenere tutto in equilibrio.

Tutto, però, va nella direzione di eliminare l’incomodo: la deroga di 36 mesi, per ottenere una nuova classificazione portuale, la richiesta di mantenere autonomia finanziaria all’Autorità Portuale di Catania, la richiesta di spostamento dell’Adsp da Augusta a Catania. Fatti, non impressioni che interrogano Ministro, assessore regionale alle Infrastrutture, sindaci, presidente della Regione. Una brutta pagina politica e istituzionale nel merito e nel metodo. Una politica d’arrembaggio che non trova nemmeno la lealtà necessaria di cercare il confronto con le rappresentanze istituzionali e sociali del territorio.

Adesso per prima cosa – dice Marika Cirone Di Marco – bisogna smontare punto per punto la relazione dell’assessore alle Infrastrutture, offrendo tutti i dati della portualità di Augusta a supporto, allontanando sospetti e ombre giudiziarie, recuperando operatività da troppo tempo bloccata tra commissari ed amministrazione inefficiente.

Questo è il primo step; il secondo è la richiesta di ripensamento al Ministro, sempre che il presidente della Regione non abbia deciso di imbarcarsi in una vicenda giudiziaria dai contorni confusi che produrrebbe l’unico effetto di rinvio sine die della riforma”.

bloggif_57d1761565634

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com