breaking news

Augusta| Ultimo ammaina bandiera ieri per le corvette Driade e Chimera

26 Settembre 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Ultimo ammaina bandiera ieri per le corvette Driade e Chimera
Attualità
'
0

Cerimonia dell’ultimo ammaina bandiera per le corvette Driade e Chimera ieri. “Carenza di personale nella Marina militare che, nonostante l’esiguità dei numeri riesce a far fronte alle varie missioni. Numeri, però, al di sotto dei quali non si può scendere. La Marina militare riprende l’attività di salvataggio in mare. Questo è un ruolo che rivendico” ha sottolineato l’ammiraglio di squadra Donato Marzano, comandante in capo della squadra navale, che ha presieduto la cerimonia. 

Radiate dalle flotta della Marina militare dopo 30 anni di intensa attività, le corvette Driade e Chimera. La cerimonia dell’ultimo ammaina bandiera, presieduta dall’ammiraglio di squadra Donato Marzano, comandante in capo della squadra navale, si è svolta  ieri sera nella banchina Tullio Marcon, sede di Comando delle forze da pattugliamento per la sorveglianza e la difesa costiera, alla presenza del capitano di vascello Pasquale Perrotta, comandante di Comforpat,  del contrammiraglio Andrea Cottini, comandante di Marisicilia e di autorità civili e militari.

Il tenente di vascello Marco Teghini comandante delle due corvette ha parlato dei marinai “che hanno avuto il privilegio e l’onore di servire la nazione a bordo di queste unità e che oggi si ritrovano nuovamente dinnanzi a esse con il cuore colmo di emozioni e dei ricordi che rimarranno per sempre scolpiti nel tempo: oggi si conclude la lunga e gloriosa carriera di Nave Triade e Nave Chimera dopo aver compiuto con successo ogni missione loro assegnata nei più importanti scenari operativi vigilanza pesca, le operazioni Mare Nostrum e Mare Sicuro. Il loro disarmo – ha detto – rappresenta un passo necessario nel processo di ammodernamento della flotta navale e di capacità marittima nazionale. Unità di nuova generazione prenderanno il posto delle unità della classe Minerva che per anni molti marinai hanno conosciuto come uno dei punti saldi della flotta italiana”.

Il comandante in capo della squadra navale ha sottolineato che è stato necessario radiare dalla flotta della marina le 2 corvette sia per la loro lunga vita, che rende difficile il mantenimento della loro piena efficienza, ma anche per carenza di personale. “Carenze che vedono il personale avvicendarsi da una nave all’altra – ha dichiarato l’ammiraglio Marzano – sono numeri al di sotto dei quali non si possono assicurare tutte le missioni e i compiti che uno scenario marittimo di crisi quale quello attuale richiede. Missioni però che, nonostante ciò, la Marina sta effettuando.  Le bandiere delle 2 corvette rappresentano le capacità operative delle navi per 30 anni sentinelle avanzate in aree abbastanza turbolente non solo adesso, ma da tempo anche quando ci si confrontava in diverse problematiche della vigilanza pesca queste navi erano in prima linea con equipaggi giovani e capaci. Queste navi si sono fermate in aprile le unità di Comforpat si riducono a 10 ma ci sono quelle ausiliarie

Augusta è la nostra base avanzata l’attività continua con la presenza delle nostre unità nelle acque calde della Libia e della Tunisia. Le navi riprendono l’attività di salvataggio di persone in mare. Questo è un ruolo che rivendico” Le bandiere di combattimento di Driade e Chimera sono state consegnate, durante la cerimonia, all’ammiraglio Marzano, per essere conservate successivamente a Roma nel Sacrario delle bandiere delle forze armate, all’interno dell’Altare della Patria. Entrambe le corvette, della classe Minerva di stanza ad Augusta, sono state varate nel 1989, la Nave Driade nei cantieri di Riva Trigoso e la Nave Chimera nei cantieri di Muggiano.

GUARDA IL VIDEO 

[embed_video id=187409]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com