breaking news

Augusta| Un giovane operaio si incatena davanti all’ingresso del municipio

13 Febbraio 2017 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Un giovane operaio si incatena davanti all’ingresso del municipio
Cronaca
'
0

Una decina di senza lavoro hanno inscenato un sit in di protesta davanti all’ingresso del municipio palazzi chiedendo di essere ricevuti dal sindaco. Sulla vicenda interviene il consigliere comunale di “Attiva Mente”, Biagio Tribulato che invita l’amministrazione comunale a dedicarsi al tema della disoccupazione.

300x250“Chiedo un posto di lavoro senza dover ricorrere alle raccomandazioni”, così era scritto nel cartello che il giovane disoccupato di 42 ha affisso nel portone di palazzo di città, incatenandosi e dando vita assieme ad altri senza lavoro alla protesta. “Non vogliamo sussidi o aiuti, ma un posto di lavoro per poter mantenere le nostre famiglie”. Sul posto si è portata l’assessore alle politiche sociali che ha parlato a lungo con i disoccupati invitandoli a desistere dalla protesta e a recarsi presso gli uffici comunali competenti per spiegare la loro situazione e verificare possibilità di usufruire di aiuti economici o di essere inseriti nei progetti di impiego temporaneo previsti dalla normativa regionale e che presto dovrebbero essere avviati.

Consigliere Biagio Tribulato

Biagio Tribulato

Oggi andando in Comune e vedendo un signore incatenato ed altri soggetti fermi li a sostare in preda alla disperazione per la mancanza di un posto di lavoro e per la scarsa considerazione che la politica ha in questo momento per cercare di avere linee programmatiche per lenire la dilagante disoccupazione – scrive Tribulato –  è stato inevitabile non dialogare con queste persone. La disperazione è tanta e magari alcuni si aspettavano un tanto millantato reddito di cittadinanza in campagna elettorale ma che purtroppo non arriva, non arriva perchè prima manca il passaggio a livello nazionale, non arriva perchè un programma si struttura non sulle promesse e sulla metafisica di voler cambiare il mondo, ma su un’attenta analisi dei bisogni della collettività tenendo altamente in esame quella che è la situazione che vive il Comune di Augusta, cercando di capire procedure che caratterizzano la macchina amministrativa. Rivolgo – continua il consigliere di Attiva Mente – un appello all’amministrazione a salvaguardia di tanta povera gente oggi disillusa: dedicatevi al tema della disoccupazione e della povertà che logora la nostra città nel modo che ritenete più congruo, in maniera incisiva e non come sta avvenendo in questo momento storico dove le politiche sociali che sono il cuore di un Comune sono all’abbandono più totale e circoscritte solo a determinate tematiche, l’altra politica come alcuni la definiscono è pronta a dare il suo contributo, ma interpellatela, pianificate con i sindacati, con le associazioni di categoria, ma senza più rimandare, la città non può più permetterselo.

Non permettete che i nostri cittadini si incatenino davanti la casa di tutti, parlateci con le persone in maniera diretta, cercate di capire la loro disperazione, ma non permettete che la dignità umana venga calpestata”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *