breaking news

Augusta| VICENDA DEPURATORE: “E’ DRAMMATICO PENSARE CHE OCCORRA RIFARE TUTTO!”

Augusta| VICENDA DEPURATORE: “E’ DRAMMATICO PENSARE CHE OCCORRA RIFARE TUTTO!”
Sindacale
'
1

A dirlo è Massimiliano Arena – Segretario generale CGIL Augusta. “Utilizzerò gli strumenti a mia disposizione per chiedere la convocazione in Commissione Ambiente regionale della Commissaria Contrafatto, degli Amministratori locali nonché del Sindacato perché ci rendano conto di come stanno le cose e quali sono i loro intendimenti”.

“È drammatico pensare che nell’ambito dei progetti di depurazione anche per Augusta si voglia ricominciare, per l’ennesima volta, da capo. È  deludente apprendere dai giornali la mancanza di reattività da parte di chi amministra questa città: rispetto all’inaccettabile allungamento dei tempi per l’avvio dei lavori del depuratore non è ammissibile che questa Amministrazione si limiti a prendere atto di quanto è stato deciso al livello regionale, senza pretendere rispetto per gli Augustani che, fino a qualche giorno fa, avevano sperato che il commissariamento, voluto dal Governo Nazionale, avrebbe segnato un’inversione di tendenza consentendo l’avvio per il nuovo depuratore mettendo così fine ad un ventennio di irresponsabilità politico-amministrative.

Attualmente il Comune di Augusta scarica a mare i reflui urbani, con il conseguente grave inquinamento di tutta la costa. La mancata realizzazione del depuratore comporta per il nostro Comune il pagamento di multe pesantissime da parte dell’Unione Europea. Altri soldi che i cittadini di Augusta dovranno pagare per l’inefficienza politica! È tempo di individuare le responsabilità di chi ha sbagliato e di assumere tutte le decisioni affinchè non si perda ulteriore tempo per risolvere l’annosa questione: chi amministra Augusta non può scaricare le responsabilità alle precedenti amministrazioni né chiedere di essere semplice “osservatore” di un nuovo ennesimo progetto perché ciò allungherebbe i tempi e non rappresenterebbe il volere degli augustani. Non si può accettare di tenere bloccata ancora questa situazione. Tecnicamente è possibile convogliare i reflui di Augusta all’IAS. Dobbiamo lavorare per incalzare e sollecitare i politici ad ogni livello affinchè i soldi già stanziati vengano da subito investiti per collegare le linee già esistenti per canalizzare i reflui al Consortile nonché per realizzare un sistema fognario distinto. Gli augustani attendono, legittimamente, che le acque del Golfo Xifonio diventino balneabili offrendo così alla città l’opportunità di uno sviluppo turistico che porterebbe, senza dubbio, un positivo risvolto sociale e occupazionale”.

 

 

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com