breaking news

Augusta | Yarn Bombing (esplosione di filati) è una bella realtà

10 Novembre 2021 | by Redazione Webmarte
Augusta |  Yarn Bombing (esplosione di filati) è una bella realtà
Attualità
'
0

Presentata ufficialmente, in conferenza stampa, l’associazione “Yarn Bombing” (esplosione di filati). Lo Yarn Bombing è una forma di streetart che non sporca, che intende rivalutare e rilanciare l’antica arte dell’uncinetto coinvolgendo donne di tutte le età. A presiederla è Elvira Cappelleri. E’ stata presentata nel corso di una conferenza stampa. L’associazione, che conta 42 socie, collabora con altre realtà di Augusta.

E nata ad Augusta l’associazione “Yarn Bombing”, (esplosione di filati) e conta su 42 socie e 11 componenti del direttivo. E’ presieduta da Elvira Cappelleri, ed è stata presentata, nei giorni scorsi, in conferenza stampa, alla presenza degli assessori alla Cultura Giuseppe Carrabino e alla Coesione sociale Ombretta Tringali, del presidente provinciale della Lilt Mario Lazzaro, dalla vice presidente del centro antiviolenza Nesea Stefania D’Agostino e dello psicologo Francesco Cannavà. E’ un gruppo affiatato di donne che praticano lo “Yarn Bombing“ una forma di streetart che non sporca, che intende rivalutare e rilanciare l’antica arte dell’uncinetto che coinvolge donne di tutte le età, dalle bambine alle nonne. “Ho conosciuto l’associazione in Molise alcuni mesi addietro, lo Yarn bombing è una street art – ha spiegato Elvira Cappelleri – ma ha un significato più profondo perché si sa che l’uncinetto, che è un’antica arte prettamente femminile, è curativo di alcune malattie della mente, ma è bello perché unisce persone con storie diverse, di diverse generazioni. Abbiamo già iniziato con i primi lavori di abbellimento dei due alberi che si trovano all’ingresso”. “Mi piace fare qualcosa che unisce le persone” ha detto la vice presidente della nuova associazione Marina Cannata che già in passato insieme ad Elvira Cappelleri ha guidato il comitato dei commercianti di Augusta organizzando diverse iniziative.

Dell’arte dell’uncinetto sottolineandone il valore terapeutico ha parlato Francesco Cannavà: “Lavorare a maglia unisce la parte mentale del controllo con la parte manuale caratterizzata dalla ritmica, che aiuta il cervello a sincronizzarsi ed ha un effetto antistress attraverso la concentrazione su un compito, permettendoci di alienarci dalle problematiche”. Uno dei primi lavori realizzati dall’associazione, il cui impegno è stato sottolineato dal presidente della Lilt, Mario Lazzaro, è stato quello di creare un grande ficco rosa, in occasione del mese della prevenzione del tumore alla mammella, che sarà esposto a Roma il 18 novembre, alla mostra itinerante della Lega italiana per la lotta ai tumori. Per Nesea, invece, Yarn Bombing, come ha riferito Stefania D’Agostino, ha realizzato 10 rose rosse che saranno abbinate a frasi celebri e collocate in vari angoli della città in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre, per trovare sede nel centro di Nesea che dovrebbe aprire entro la fine dell’anno. L’importanza dell’associazione e dell’attività di volontariato che la stessa porta avanti è stata evidenziata dall’assessore alla Cultura Giuseppe Carrabino. L’assessore alla Coesione sociale Ombretta Tringali ha parlato del recupero grazie alla Yarn Bombing di un’arte come quella del ricamo che si stava per perdere.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com