breaking news

BASTONATE MEDIATICHE PER LA CITTA’ DI SIRACUSA

BASTONATE MEDIATICHE PER LA CITTA’ DI SIRACUSA
Attualità
0

Riceviamo e pubblichiamo una nota in cui Michele Stornello coordinatore UDC Siracusa si indigna per la disarmante rassegna stampa di cui Siracusa è protagonista.

Siracusa d’estate: città turistica? No. Le immagini da cartolina sono buone solo per scaldare il cuore. La realtà è ben diversa. E basta dare una scorsa ai principali quotidiani italiani per svegliarsi dal sogno e realizzare cosa di questa città vien fuori nel resto d’Italia. Una rassegna stampa imbarazzante per chi dovrebbe gestire Siracusa ed invece soccombe sotto i colpi della realtà, raccontata senza infigimenti e condizionamenti. 

Il Corriere della Sera ha dedicato un articolo al mai troppo amato Monumento ai Caduti d’Africa. Titolo: “Dedicato ai caduti, distrutto dai vandali”. Lo firma Alessandro Cannavò che con spietata lucidità ne racconta il degrado al resto d’Italia. Racconta di un “quadretto idilliaco” (il piazzale dei Cappuccini a picco sul mare, Ortigia in lontananza, la seduzione del panorama) che “contrasta e diventa paradossale con lo scempio che affligge il monumento: messaggi d’amore come quelli che si trasmettono sulle tv locali, frasi goliardiche, disegni osceni: tutto copre la pietra fino a dove è stato possibile arrivare. E poi i danni: mattonelle scheggiate e divelte”. In passato il monumento è stato ripulito ma  i vandali si sono puntualmente ripresentati, indisturbati. “Invece di contrastarli con nuove misure, sembra che l’amministrazione ora accetti la sconfitta”, è la scontata riflessione del giornalista che invoca: “ripuliamolo, recintiamolo, proteggiamolo con le telecamere”. Un sussulto di dignità rivolto ad amministratori insensibili a ogni mancanza di decoro.
Siracusa grande protagonista sul Corriere della Sera. Anche nell’articolo “Ozono, Italia maglia nera in Europa” c’è poca gloria per la nostra città. Si parla di qualità dell’aria e inquinamento. Citazione testuale:  “le città più inquinate sono quelle della Val Padana (in particolare: Milano, Monza, Novara, Bergamo e Padova). Nel centro e nel Sud risultano invece difficili le situazioni di Perugia, Terni e Siracusa. L’Aea e l’Ispra invitano a prendere provvedimenti per ridurre l’inquinamento da ozono nei mesi più caldi dell’anno”. Problema noto, mai affrontato concretamente e mai oltre le inutili – anche per il Cnr – giornate di blocco del traffico. Il problema si risolve all’origine, limitando le fonti inquinanti ricorrendo a piani strutturali a medio e lungo termine che intervengano sul traffico, migliorando il trasporto pubblico e riducendo il parco auto (car sharing, car pooling). Il Put? Grande assente in consiglio comunale.
Non poteva mancare un passaggio sul Sole24Ore. Si parla di immobili fantasma, quasi tutti stanati grazie a foto aree, mappe e indirizzi. Nella maggioranza dei casi, il Comune dovrà provvedere ad attivare la procedura di infrazione urbanistica, con la denuncia alla magistratura, che potrebbe concludersi con il decreto di demolizione. Ma a Siracusa completare l’operazione non sarà facile. “Se in tutta Italia resta da smaltire il 52,2% delle particelle arretrate, in diverse province la quota si avvicina al 100%: Crotone ha il record (il 90,9%), ma anche Vibo Valentia, Catanzaro, Potenza, Cagliari, Benevento, Taranto e Siracusa sono oltre l’80 per cento”, annota Cristiano dell’Oste.
I problemi sono reali. E parlano di una storia di incuria, degrado e lentezza amministrativa che spingono a porsi un serio interrogativo: ma c’è qualcuno che si cura della collettività siracusana o siamo nelle mani di amministratori che mirano solo allo loro sopravvivenza politica ed a qualche poltrona? Una volta tanto, fornire risposte concrete (fatti) ai siracusani sarebbe un bel modo di rispondere alle “bastonate” mediatiche rimediate in questo lunedì di inizio estate.


Il Coordinatore Udc Siracusa

Michele Stornello


F.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com