breaking news

BILANCIO DEL GIRONE DI ANDATA PER L’ASD I.C. VILLASMUNDO

3 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
BILANCIO DEL GIRONE DI ANDATA PER L’ASD I.C. VILLASMUNDO
Sport
0

Terminato il girone di andata, il campionato riprenderà domani,  con l’inizio del girone di ritorno. Abbastanza positivo il bilancio del girone di andata di Terza categoria, per l’Asd I.C. Villasmundo, che con 23 punti si trova in terza posizione in classifica insieme al Cassibile. Antonio Castro dirigente dell’A.S.D. I.C. Villasmundo, ha riassunto in poche battute i risultati della squadra, rispondendo ad alcune domande.
Qual è il bilancio di questo girone d’andata?
Il bilancio del girone di andata è soddisfacente, un terzo posto in classifica, a pari punti con il Cassibile, che al momento ci dà la possibilità di giocarci la promozione in seconda categoria, risultato che sarebbe un motivo di orgoglio e di rivalsa contro chi non crede nel nostro collettivo.
Parla di collettivo e non di singoli, come mai?
Pur avendo in rosa singoli d’esperienza con un passato nelle categorie superiori, tra tutti Ezio Vinci, il gioco è stato costruito sul gruppo e non su uno o due giocatori. Ed è stato proprio il collettivo la forza di questa squadra, si è notata una grande maturazione da parte degli uomini della rosa e questo è soprattutto merito del mister Coco e del suo assistente Mandolfo.
La sua squadra ha collezionato 7 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte.
Abbiamo sempre fatto abbastanza bene negli scontri diretti, lasciando punti solamente sul campo difficile di Avola e al comunale di Sortino dove la squadra non ha giocato al meglio concedendo con degli errori due reti ai locali.
Qual è, secondo lei la peggiore partita disputata dalla squadra?
Credo che la peggiore possa essere quella di Sortino. Come detto in precedenza la squadra non ha giocato un buon calcio, complici anche le pesanti assenze di Bisconti e Faraci in un periodo in cui la squadra non possedeva ricambi nelle loro posizioni.
E, invece, quella più bella?
Non parlerei di partita più bella, ma di quella più emozionante. Mi riferisco al derby, il primo della storia della nostra frazione. Una partita era molto sentita, correttissima, e, al contrario di quello che si può pensare di un derby, priva di tensione. 
Chiudendo, qual è l’obiettivo del girone di ritorno?
Continuare a lavorare con la mentalità che ci ha accompagnato nel girone d’andata. La squadra può competere con qualsiasi avversario se gioca con il massimo dell’intensità. Erano parecchi anni che in terza categoria non si vedeva una lotta così serrata. Da qui alla fine del campionato occorrerà restare compatti e migliorare giorno dopo giorno, affrontando ogni partita con determinazione cercando di portare a casa più risultati utili possibili.  (I.F.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com