breaking news

BONO AL CONSIGLIO PROVINCIALE: “USCIRE DALL’ISOLAMENTO ATTRAVERSO UNA VALIDA STRATEGIA ANTI-CRISI”

23 Gennaio 2012 | by Redazione Webmarte
BONO AL CONSIGLIO PROVINCIALE: “USCIRE DALL’ISOLAMENTO ATTRAVERSO UNA VALIDA STRATEGIA ANTI-CRISI”
Politica
0

Il Presidente della Provincia Regionale di Siracusa, Nicola Bono, è intervenuto stamattina durante il Consiglio Provinciale per trattare il tema dello sviluppo economico territoriale.

“La situazione che viviamo in questo momento – ha detto il Presidente – insieme al  disagio sociale subito per cinque giorni in seguito ai blocchi stradali in tutta la Sicilia, mettono in evidenza la debole condizione economica siracusana e siciliana, che risente più di altri territori della crisi economica internazionale che travolge inevitabilmente tanti altri Paesi con conseguenze inedite negli ultimi 50 anni. A peggiorare le cose, per quanto concerne la situazione della nostra Provincia è il blocco degli investimenti, non solo statali o pubblici, ma soprattutto privati. Sono proprio gli investimenti, infatti, che potrebbero fare la differenza e dare un valore aggiunto, perché un territorio destinatario di investimenti e che li utilizza, è sicuramente in vantaggio sugli altri. Non poterne usufruire evidenzia una problematicità, e non è plausibile avvalersi dell’alibi della crisi economica, perché il meccanismo di ripresa ha proprio bisogno degli investimenti.” “Come più volte ripetuto – ha continuato il Presidente – gran parte della responsabilità in tal senso è della Regione Siciliana. La provincia di Siracusa, infatti, come ente, ha fatto la sua parte, sia attraverso il fondo di garanzia per agevolare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, sia attraverso una serie di azioni e strategie anti-crisi.
Deve essere ben chiara una cosa – ha sottolineato Bono – la politica ha fallito ed è proprio la crisi ad aver messo a nudo un sistema economico privo di competitività a causa di  leggi  che tendono a custodire  nicchie protezionistiche e che non riesce a far uscire il paese dal tunnel. Tutto ciò ha dato vita a manifestazioni di rabbia e di rivolta. Nell’esprimere tutta la mia solidarietà sia ai manifestanti per le difficoltà incontrate nel portare avanti la loro protesta, sia a tutti i siciliani per i disagi subiti in questi giorni, tengo a sottolineare che non è sicuramente attraverso la ribellione che si risolve il problema. Non vi è   nulla di peggio della demagogia, soprattutto quando ci sono in campo persone mosse dalla disperazione.
Occorre, quindi, che invece di interminabili elenchi di richieste, ci si concentri su alcune questioni mirate e sostenibili, tali da suscitare consenso anche nel resto del paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com