breaking news

BORSE DI STUDIO VALENTI ACCUSA RIZZA:MANIFESTAZIONE POPULISTA PRIVA DI CONTENUTO CULTURALE

BORSE DI STUDIO VALENTI ACCUSA RIZZA:MANIFESTAZIONE POPULISTA PRIVA DI CONTENUTO CULTURALE
Attualità
0

Con una nota dell’Mpa di Priolo Gargallo a firma del Presidente del Consiglio Orazio Valenti (nella foto), è stata segnalata la poca attenzione rivolta dall’Amministrazione guidata da Rizza al campo della cultura. La settimana scorsa si è svolta la cerimonia di consegna di settantasette borse di studio consegnate agli studenti priolesi,  che si sono distinti conseguendo le lauree di primo e secondo livello, i diplomi di scuola superiore ed i corsi serali. Cerimonia alla quale erano presenti il sindaco Antonello Rizza insieme all’Assessore alla Pubblica Istruzione Federica Fanella ed al dirigente del Settore Politiche culturali, Domenico Mercurio. Forte la critica del Presidente del Consiglio Valenti, verso l’organizzazione della cerimonia segnata dallo squallore della sede, dal tono dimesso e dalla mortificazione del merito. Per scopi puramente propagandistici, infatti – questo quanto affermato da Valenti – sono stati mantenuti il numero dei premiati ma è stata abbassata la somma attribuita ai giovani meritevoli che è risultata molto inferiore rispetto a quella dello scorso anno. “Non si capisce perché i giovani priolesi premiati quest’anno – ha affermato il presidente del Consiglio Valenti –  siano meno eccellenti o meritevoli rispetto a quelli di tutti gli anni passati. Bastava mantenere le stesse somme, magari prelevando la differenza da altri capitoli che il Sindaco considera intoccabili, come ad esempio gli stratosferici compensi per i suoi esperti. Non è questo il modo di valorizzare i giovani e la cultura, con una manifestazione populista, offensiva per gli stessi giovani, priva di qualsiasi contenuto culturale e, in fondo, diseducativa per le giovani generazioni”. Valenti conclude la sua nota invitando il sindaco Rizza ad incrementare il suo impegno verso la cultura, finanziando, iniziative che aiutino i giovani, soprattutto quelli provenienti dalle fasce sociali più disagiate, a sostenere le spese necessarie per proseguire gli studi.

Silvana Baracchi            

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com