breaking news

Buccheri| Commissioni elettorali, precedenza ai disoccupati

29 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Buccheri| Commissioni elettorali, precedenza ai disoccupati
Politica
0

Il gruppo Giovani Democratici tramite un documento rivolto al sindaco e alla Commissione Elettorale ha chiesto che in occasione delle prossime elezioni politiche che si terranno il 4 marzo per la scelta degli scrutatori venga data priorità a disoccupati e studenti.

La richiesta è genuina. Affidare lavoro a chi non ne ha. Anche se occupazione temporanea, di breve termine. Insomma i giovani chiedono più attenzione al sindaco. “Considerata l’attuale crisi economica ed occupazionale – afferma il segretario dei Giovani Democratici Giuseppe Fava – ci sembra giusto che il Comune dia la precedenza nelle liste degli scrutatori a chi è in cerca di lavoro e a chi studia: sono persone alle quali un’entrata economica, anche piccola, può fare comodo ed è un gesto che non ha alcun costo aggiuntivo per lo Stato italiano e per le casse comunali”.

“Crediamo fortemente che sia compito delle istituzioni locali rivolgere nei confronti delle categorie disagiate tutte le attenzioni possibili, accettare la nostra proposta costituirebbe un segnale di attenzione nei confronti di chi, in questo momento difficile, fatica a tirare avanti ma non vuole darsi per vinto ma anche un segnale importante che può contribuire a diminuire la distanza che ormai si è creata tra cittadini e pubblica amministrazione come spesso abbiamo denunciato in questi anni”.

La legge per la scelta degli scrutatori lascia ampia discrezionalità alla commissione elettorale, per questo siamo fiduciosi che quanto richiesto possa trovare accoglimento.” Trae tante modalità che si possono intraprendere i gruppo giovanile propone che il comune pubblichi un avviso con il quale si invitano gli iscritti all’albo degli scrutatori, uno per nucleo familiare, a produrre una dichiarazione di disponibilità valida come autocertificazione relativa al proprio stato di disoccupazione o di studente inoccupato. Il comune potrà effettuare i controlli sullo stato di disoccupazione incrociando i dati con quelli del Centro per l’Impiego.

Se il numero di scrutatori dichiaratosi disoccupato eccederà quello necessario per i seggi elettorali si potrà stilare una graduatoria in base alla lunghezza del periodo di disoccupazione oppure si potrà procedere ad un sorteggio tra tali scrutatori. Un esempio che potrebbe essere seguito da tutti i comuni della provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com