breaking news

BUCHE, FANGO E TELEFONI ISOLATI A VACCARIZZO

30 Gennaio 2012 | by Redazione Webmarte
BUCHE, FANGO E TELEFONI ISOLATI A VACCARIZZO
Attualità
0

“Gli abitanti della zona sud di Catania, nota come Vaccarizzo, si trovano ormai da parecchi mesi a dover fare i conti con una viabilità da brivido, flagellata dall’assenza dei lavori ordinari e straordinari del manto stradale dell’amministrazione comunale, con fango, pozzanghere e buche che costringono gli automobilisti a delle vere e proprie gincane. Per non parlare dei continui furti dei cavi elettrici in rame che hanno di fatto inibito la comunicazione telefonica e internet agli abitanti”.
La denuncia proviene da Scelta Giovane, che attraverso il coordinatore della X Municipalità del capoluogo etneo Igor Intelisano, ha costituito un comitato cittadino spontaneo formato da 50  residenti del luogo, raccogliendo le istanze e le problematiche divenute ormai intollerabili.
” Gli abitanti subiscono e cercano di andare avanti – ha dichiarato il coordinatore di Scelta Giovane Intelisano –  Ma il malumore aumenta. In alcune vie non esistono più i cavi elettrici.. Le strade sono inagibili al traffico urbano.
Indignazione da parte presidente provinciale di Scelta Giovane Davide Tutino che dichiara : “Sono continue e sempre più frequenti le lamentele che registriamo dai residenti di zona soprattutto per le linee telefoniche non funzionanti. I continui furti di cavi di rame ci preoccupano e ci auspichiamo che il sindaco predisponga delle unità del corpo dei Vigili urbani per pattugliare il territorio.
Attraverso il consigliere comunale di Catania di Scelta Giovane Francesco Navarria – aggiunge  Intelisano –  chiederemo al sindaco e all’amministrazione comunale di adottare tutte le misure necessarie  a risanare lo stato in cui versa Vaccarizzo”.
 
” Queste zone sono dimenticate da Stancanelli – conclude l’avvocato Francesco Navarria, consigliere Scelta Giovane al comune di Catania –  al quale importa solo di tenere pulita la piazza Duomo e la zona del centro, nascondendo la polvere sotto il tappeto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com