breaking news

BUFERA NELL’UDC, LE POSIZIONI SI DISTANZIANO ANCORA

BUFERA NELL’UDC, LE POSIZIONI SI DISTANZIANO ANCORA
Politica
0

Esplode in tutta la sua violenza la “bufera” interna all’Udc provinciale. Dopo le autosospensioni di Turi Magro e Salvo Montagno, il presidente provinciale, Giovanni Magro ha disertato la riunione del coordinamento, convocato ieri sera. Con una nota diffusa oggi, l’esponente dell’Unione di Centro contesta le scelte compiute in tema di candidature a sindaco, dalla maggioranza del partito, che vuol dire area Bandiera, sulla base di quelle che Magro ritiene imposizioni, anche da parte del commissario regionale, il senatore Gianpiero D’Alia, in contrasto con un percorso che Montagno e Magro avrebbero avviato in particolar modo nei comuni di Sortino e Noto. Una questione che è anche di più ampio respiro. “Troppe teste” con idee contrastanti e obiettivi diversi. Oggi pomeriggio, il coordinamento provinciale ha convocato una conferenza stampa nella sede appena inaugurata di via Adige, per annunciare la candidatura a sindaco di Lentini di Cirino Cillepi, un candidato dell’Udc, quindi, visto che nel centro del triangolo agrumicolo, il “Nuovo polo per l’Italia” non ha funzionato. Si dovrebbe ricmpattare al ballottaggio, che appare probabile se si considera che i candidati alla carica diprimo cittadino a Lentini sono 7. Sulla querelle intrna, invece, il coordinamento provinciale, di cui fa parte anche il sindaco di Melilli, Pippo Sorbello, ha chiarito che “la linea che il partito segue è di coerenza e si muove su un percorso omogeneo che non cambia in nessuna realtà italiana, nel segno del rinnovamento della politica, sul solco tracciato da Casini, così come, a livello regionale, dal senatore D’Alia”. Un modo per dire che nessuno ha intenzione di compiere passi indietro. Ancora più chiaro Bandiera quando dice che l’Udc non è disposto a “essere la stampella di una o dell’altra parte del Pdl, nè di altre forze politice, per lucrare piccoli posti di potere o di comodo”. Una ricucitura che, a questo punto, appare poco probabile, almeno in questa fase. Molto potrebbe dipendere dalle risposte che i vertici nazionali del partito forniranno o meno al gruppo di Magro, che ha chiesto un chiarimento da Roma su tutta questa vicenda”. Non trova per il momento conferma l’indiscrezione secondo cui anche Pippo Sorbello sarebbe in procinto di autosospendersi. La sua presenza alla conferenza stampa di oggi, e soprattutto le parole pronunciate, smentirebbero questa ipotesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com