breaking news

Augusta| CALCIO A 5. CLAMOROSA SCONFITTA PER L’AUGUSTA!

Augusta|  CALCIO A 5. CLAMOROSA SCONFITTA PER L’AUGUSTA!
Sport
'
0

La storia della partita si potrebbe sintetizzare così: equilibrio iniziale, meritato vantaggio locale ed incredibile crollo finale. Questo è quanto successo sabato al PalaJonio di Augusta, dove nemmeno il sostegno arrivato dai circa 60 giovani ospiti extracomunitari è stato sufficiente ad impedire il crollo dei padroni di casa contro i pugliesi del Salinis.

Il punteggio finale di 7 a 8 in favore della squadra ospite è lo specchio perfetto di una partita carica di colpi di scena. I padroni di casa conducono il match per quasi 2/3 della sua durata, chiudendo in vantaggio per 4 a 2 la prima frazione di gioco. Ad inizio ripresa, gli ospiti provano a rifarsi sotto ma dopo i primi 10′ si trovano sotto di 3 reti col punteggio di 6 a 3 in favore della compagine neroverde.

Da lì la decisione di schierare il portiere di movimento nel tentativo di rimontare una svantaggio non incolmabile, scelta che risulterà azzeccata non tanto per la capacità della squadra ospite di giocare con l’uomo in più, ma per la contro mossa che Mister Tringali decide di attuare, ovvero tentare di rispondere al fuoco con il fuoco. Questa decisione risulterà essere fallimentare, consentendo ai ragazzi guidati da Mister Lodispoto prima di rientrare in partita e poi aggiudicarsi la vittoria.

Già, perchè la mossa neroverde non paga, anzi, è quasi come fare “harakiri”. Dal 6 a 3 in favore della squadra di casa, nel giro di 4′ di gioco effettivo si passa al 6 a 7 in favore della squadra ospite, brava anche ad approfittare del momento di totale sbandamento dei locali, sia quelli in campo che quelli accomodati in panchina.

Nonostante ciò a 3′ dal termine Scheleski (autore di 5 reti) riporta il risultato in parità, ma l’Augusta vuole la vittoria e continua a provare ad offendere schierando Capitan Teixeira come portiere di movimento. A poco più di un minuto dal termine arriva l’ennesima e definitiva doccia gelata: palla persa in avanti e Caetano, tra i migliori insieme a Capitan Di Staso, realizza la rete del definitivo 7 a 8 a porta sguarnita.

La mossa tattica neroverde risulta essere fallimentare, ma non ingiustificata. Il tentativo di difendere il vantaggio tenendo palla nella metà campo avversaria non è una decisone totalmente sbagliata, ma il risultato finale fa ovviamente pensare il contrario. Magari dando meno minutaggio al quintetto titolare, avrebbe consentito a Mister Tringali di ritrovarsi i suoi uomini migliori meno stanchi di come sono arrivati a fine gara.

La delusione per una partita che sembrava già vinta, ma che alla fine non ha portanto nemmeno un punto è grande. Sentimento comune nei tifosi neroverdi, sicuramente condiviso anche dalla società stessa.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com