breaking news

CALCIO-CENTRATE LE SEMIFINALI DI COPPA

CALCIO-CENTRATE LE SEMIFINALI DI COPPA
Sport
0

I Giovanissimi del Siracusa si qualificano per le semifinali nazionali della Coppa Professionisti. Mr. Sardelli e i suoi ragazzi sono riusciti a scrivere un frammento di storia azzurra. Da molti anni la categoria Giovanissimi non centrava le semifinali nazionali. Grazie alla doppia vittoria sulla Vibonese gli azzurrini hanno portato a casa un risultato importante. All’andata si sono imposti 3-1, oggi pomeriggio hanno vinto 2-1. Adesso al via la preparazione in vista della trasferta toscana che, indipendentemente dal risultato, sarà una grande vetrina per tutti i ragazzi. La semifinale è il giusto premio al lavoro svolto, con professionalità e dedizione, nel corso dell’intera stagione dall’entourage  azzurro. Nonostante il risultato della gara d’andata gli azzurrini durante l’arco della settimana si sono allenati con attenzione in modo da tenere alta la concentrazione. Alì sempre più protagonista di questa squadra, nel bene e nel male! Un goal in avvio di gara, due minuti dopo l’espulsione, presumibilmente un brutto fallo su un avversario, ma comunque una grande stagione per lui. L’altra marcatura azzurra porta la firma di Sirugo, la rete del n.10 azzurro ha siglato l’arresa della Vibonese che, fino all’1-1, forse sperava in una vittoria. Andiamo alla cronaca della gara. Al 2′ Alì scalda il motore per la prima vera occasione da goal per gli azzurri, oggi in maglia bianca, Reverso ben posizionato in area para. Tre minuti più tardi Di Stefano, autore di una grande prestazione, serve ancora Alì che viene però chiuso dalla difesa avversaria. Al 7′, due minuti più tardi, il goal del Siracusa con Alì. L’attaccante aretuseo, servito dall’onnipresente Di Stefano bravo a liberarsi di due avversari, in diagonale va in goal superando Reverso che prova a parare, questa volta però la conclusione di Alì non lascia scampo. La partita di Alì finisce al 9′ quando l’arbitro esce il cartellino rosso, per un fallo su un avversario. Alì lascia il campo tra gli applausi dei presenti in tribuna e i suoi compagni restano in dieci. La Vibonese prova a sfruttare la superiorità numerica ed in alcuni sprazzi di partita ci riesce anche. Così avviene al 14′ quando D’Agostino realizza il goal dell’1-1 per la gioia dei genitori dei calabresi presenti in tribuna. D’Agostino, dimenticato in un primo momento dalla retroguardia azzurra si porta in avanti e quando poi viene chiuso da un difensore lascia partire un pallonetto che supera l’incredulo Baio. L’assenza di Ali in avanti non aiuta di certo Di Stefano e Sirugo che creano tanto ma difficilmente riescono ad arrivare sotto la porta calabrese. Al 19′ ancora Vibonese in avanti sempre con D’Agostino questa volta su calcio di punizione. Il suo tiro diritto in porta sfiora di poco il palo destro difeso da Baio. Al 29′ il Siracusa potrebbe ritornare in vantaggio con una grande conclusione di Di Stefano dalla distanza, riflessi pronti per Reverso che manda in corner. È ancora Reverso a negare il 2-1 al Siracusa. Di Stefano prima e Luca dopo non riescono a superare l’estremo difensore calabrese fuori dai pali. Qualche minuto più tardi alla Vibonese viene annullato un goal per posizione di offside. Grandissime proteste da parte degli ospiti. Nella ripresa il caldo aumenta ed i ritmi della gara si abbassano. Al 5′ il Siracusa si rende pericoloso con Di Stefano che dalla trequarti si porta in avanti provando la conclusione, ma Reverso para. È l’8′ quando Baio è bravo a non farsi sorprendere da D’Agostino che da distanza molto ravvicinata cercava la conclusione. Nel frattempo Mr. Sardelli fa entrare forze fresche. Al 20′ la Vibonese prova la conclusione con Vallone ma la difesa azzurra spazza via. Al 20′ arriva il raddoppio azzurro con Sirugo. L’attaccante con un gran tiro da oltre 15 metri fa ammutolire i tifosi della Vibonese che non possono fare altro che unirsi agli applausi dei supporters azzurri. Al 5′ dal termine traversa per il Siracusa con Lena. E’ l’ultima azione di una bella partita, disturbata però da qualche parapiglia sugli spalti. Al termine della gara Mr. Sardelli visibilmente contento del risultato ottenuto dalla sua squadra ha dichiarato: “E’ stata una partita giocata come dovevamo fare, espulsione a parte. Siamo stati attenti in tutto: tanto sacrificio, tanta corsa ed anche tante occasioni sprecate, proprio come l’andata. Il sogno continua senza dimenticare però che quello che questo gruppo ha fatto è entrato a far parte della storia del calcio siracusano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com