breaking news

Caltanissetta | Bonus 5500 euro deputati. Si diano quei soldi alle guardie mediche

10 Dicembre 2022 | by Rino Piscitello
Caltanissetta | Bonus 5500 euro deputati. Si diano quei soldi alle guardie mediche
Attualità
'
0

Antonio Cipriano, dell’E.T.S. di Volontariato ‘Comitato Etico Popolare, fa appello ai parlamentari per donare il bonus di 5500 euro alle Guardie Mediche del Nisseno aderendo a “Guardie Mediche nel futuro”.

Donare il bonus di 5500 euro alle Guardie Mediche. La proposta arriva da Antonio Cipriano, presidente dell’E.T.S. di Volontariato ‘Comitato Etico Popolare nell’ambito della campagna Guardie Mediche nel futuro”, rivolgendo un appello attraverso una lettera inviata alla Camera dei Deputati. “Premesso che la Camera dei Deputati, di fatto regala ai parlamentari un bonus da 5500 euro, per comprare tablet, smartphone, portatili e accessori come le Airpods della Apple e Monitor fino a 34 pollici; Considerato, che ciò si ritiene un fondo pagato con i soldi dei contribuenti e soprattutto uno smacco, verso i cittadini Siciliani che stanno lottando contro l’inflazione; Attestato come sia ancor più umiliante, poiché questa decisione arriva approvata a due giorni dopo la decisione del Governo di evitare il rinnovo del reddito di cittadinanza per il 2023 ed abolirlo nel 2024, colpa anche dei Governi Conte e Draghi – che avevano messo una scadenza al reddito; Considerata che la decisione di istituire questo Bonus di 5500 euro è stata decisa dai Questori della Camera alias Palazzo Montecitorio; che tali Questori sono: On.le Trancassini Paolo di Fratelli d’Italia; On.le Benvenuto Manuel della Lega che in Sicilia si legge ‘Prima l’Italia’; On.le Scerra Filippo  del Movimento 5 StelleConsiderato che tale possibilità firmata dagli On.li Questori, raddoppia quella già prevista dalla passata legislatura sotto la Presidenza dell’On.le Fico del M5S  che invece era a 2500 euro.

Considerato che questi privilegi, oltre che come una umiliazione vengono visti come un’offesa, quando ci sono cittadini che rimangono indietro nei propri diritti e fanno fatica ad emanciparsi; attestato che nella Provincia Nissena, dove ha sede legale il Comitato Etico Popolare, tra i tanti disservizi legati alla Sanità si evince il malfunzionamento delle Guardie Mediche a cui in gran parte mancano i sistemi informatici oltre che gli opportuni collegamenti per istituire il fascicolo elettronico del paziente; con il presente appello si invitano i parlamentari tutti ad aderire al progetto ‘Guardie Mediche nel Futuro’, donando il proprio bonus .Premesso e Considerato tutto ciò, si specifica che con le donazioni raccolte tramite l’E.T.S. di Volontariato ‘Comitato Etico Popolare’ , la stessa E.T.S. si farà carico di comprare, consegnare  e garantire la messa a norma e l’Istituzione del Fascicolo Elettronico  attraverso apposite verifiche che chiederemo al Prefetto ed agli stessi Dirigenti Asp, affinchè si facciano garanti della realizzazione progettuale e del buon funzionamento.La donazione si può eseguire attraverso l’Iban  n°  IT95B0623083380000015067448  con causale : ‘Progetto Guardie Mediche nel Futuro’. Ogni Onorevole della Camera dei Deputati, riceverà apposito invito scritto dalla nostra E.T.S, a cui in trasparenza sarà chiesta risposta, rendendolo edotto del fatto che sia un no che un si, verrà comunque divulgato  a mezzo stampa, attraverso apposito elenco delle donazioni e dei rifiuti da parte degli stessi Onorevoli, a cui saranno chieste eventuali spiegazioni delle loro motivazioni.

Il Presidente Cipriano Antonio dell’E.T.S. ‘Comitato Etico Popolare’, comunica i Comuni identificati per il progetto ‘Guardie Mediche nel Futuro’; facendo altresì presente, che lo stesso progetto verrà inviato per opportuna conoscenza alla Regione Siciliana, alla quale verrà chiesto apposito patrocinio, alfine di ottenere la facoltà da parte del Comitato Etico Popolare, di  insediare  il Coordinamento del progetto ‘Guardie Mediche nel Futuro’, attraverso il quale inviteremo e convocheremo  i Sindaci ed i Responsabili delle Asp, al fine di richiedergli apposita relazione, sullo stato delle guardie mediche dei Comuni interessati che sono individuati in: Comune di Acquaviva Platani, Comune di Bompensiere, Comune di Butera, Comune di Caltanissetta, Comune di Campofranco, Comune di Delia, Comune di Gela; Comune di Marianopoli, Comune di Mazzarino, Comune di Milena, Comune di Montedoro, Comune di Mussumeli, Comune di Niscemi, Comune di Resuttano, Comune di Riesi, Comune di San Cataldo, Comune di Santa Caterina Villarmosa, Comune di Serradifalco, Comune di Sommatino, Comune di Sutera, Comune di Vallelunga Pratameno, Comune di Villalba.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 620

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *