breaking news

CARCERI.ENNESIMO SUICIDIO A CAVADONNA

CARCERI.ENNESIMO SUICIDIO A CAVADONNA
Cronaca
0

Ennesima tragedia nelle carceri la notte scorsa. Ennesimo suicidio in cella, il trentanovesimo del 2010. Un uomo, detenuto presso la Casa circondariale di Cavadonna, di cui sono state fornite soltanto le iniziali, L.C, si è tolto la vita. A denunciarlo è il segretario generale della Uilpa penitenziari, Eugenio Sarno. Il suicida era accusato di estorsione ed era posto in isolamento. Già nei giorni scorsi si era reso protagonista di gesti di autolesionismo, ingoiando delle lamette, ma senza riuscire a portare a termine il suo reale intento. «Con grande disagio e rammarico – afferma Sarno – dobbiamo annunciare il trentanovesimo suicidio in cella di quest’anno. Ogni ulteriore commento a questa strage senza fine appare  riduttivo – aggiunge il sindacalista di fronte alla portata della tragedia che si consuma ogni giorno dietro le sbarre delle nostre degradate e sudice galere». La Uil pa denuncia il fallimento totale del sistema penitenziario. Non  lo dimostrerebbe solo l’alto numero di suicidi in cella, ma anche quello relativo alle evasioni, l’ultima delle quali proprio nei giorni scorsi. Tutto questo si consumerebbe nell’indifferenza della politica, della società e – denuncia il sindacato della polizia penitenziaria – anche della stampa. In provincia di Siracusa alcuni mesi fa una commissione speciale istituita dal consiglio provinciale ha avviato un monitoraggio delle carceri del territorio, oltre a quella del capoluogo, quelle di Noto e Brucoli, mettendo in rilievo le relative carenze, strutturali e non. Diversi i problemi ad oggi irrisolti, molti dei quali avrebbero a che fare con la carenza di organico della polizia penitenziaria. (flo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com