breaking news

Carlentini | Al via “EduCarlentini”, progetto per riconquistare una normalità perduta

18 Giugno 2021 | by Silvio Breci
Carlentini | Al via “EduCarlentini”, progetto per riconquistare una normalità perduta
Attualità
'
0

L’iniziativa, finanziata dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri, rivolta a bambini e ragazzi da 6 a 14 anni. In programma da giugno a dicembre laboratori e attività educative, ludiche e ricreative. Questa mattina la conferenza stampa di presentazione.

Il progetto. I bambini e i ragazzi dai 6 ai 14 anni di età, residenti a Carlentini ma anche nei comuni limitrofi, saranno i protagonisti di “EduCarlentini”, il progetto realizzato dalla società cooperativa sociale Iblea Servizi Territoriali con il contributo del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri e con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Carlentini. Il progetto itinerante da giugno a dicembre coinvolgerà centinaia di bambini e ragazzi in laboratori e attività educative, ludiche e ricreative che si svolgeranno nei principali luoghi di aggregazione della città e nei quartieri.

La presentazione. “EduCarlentini” è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sala di rappresentanza del palazzo municipale, in piazza Diaz, dal presidente di Iblea Servizi Territoriali Salvo Cappellano e dal direttore dell’ufficio progettazione della società cooperativa Massimo Millesoli. Presenti il sindaco Giuseppe Stefio e il vicesindaco Salvatore La Rosa che hanno richiamato l’attenzione sull’importanza del progetto che offre ai più giovani la possibilità di riconquistare una “normalità” perduta a causa del Covid. L’obiettivo del progetto, è stato spiegato nel corso della conferenza stampa, è infatti quello di stimolare nelle nuove generazioni, attraverso il gioco e i suoi codici, il desiderio dello stare insieme, di “riappropriarsi” degli spazi e dei luoghi in cui vivono. Quello di far riscoprire la bellezza di condividere con gli altri il proprio tempo in modo costruttivo e creativo, ovvero vivere e far conoscere il territorio sentendosi parte di una comunità.

Gli obiettivi. Tutto questo attraverso quattro ambiti tematici: la promozione della cittadinanza attiva e la valorizzazione del patrimonio culturale locale; la promozione della non-discriminazione, dell’equità, dell’inclusione sociale e la lotta alla povertà educativa; la promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo intergenerazionale; la tutela dell’ambiente e della natura e la promozione di stili di vita sani.

Il programma. Per quanto riguarda l’ambito tematico cittadinanza e territorio, previsti tornei di basket, pallavolo e calcetto, giochi liberi e creativi, laboratori di drammatizzazione, visite guidate a Leontinoi e formazione di giovani guide del parco archeologico. Nell’ambito tematico inclusione e integrazione, in programma laboratori multiculturali e giochi tradizionali e tornei al borgo Rizza. In tema di dialogo intergenerazionale, il progetto “EduCarlentini” prevede Nonni Smart (i ragazzi insegneranno ai più anziani a usare i dispositivi elettronici e gli anziani racconteranno storie d’altri tempi per arrivare alla creazione di un docu-video). Infine, per quanto riguarda l’ambito tematico ambiente, natura e vita sana, previsti laboratori creativi di cucina e stili di vita sani con cuochi esperti e alimentaristi.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com