breaking news

Carlentini | Chiudono tutte le banche e all’ufficio postale le code aumentano

17 Gennaio 2022 | by Silvio Breci
Carlentini | Chiudono tutte le banche e all’ufficio postale le code aumentano
Attualità
'
0

Disagi soprattutto per gli anziani. La denuncia di Spi Cgil: «Alla crescita dell’utenza non è corrisposto un maggiore sforzo di Poste Italiane in termini di personale integrativo». L’appello all’amministrazione comunale.

Ufficio postale sempre pieno. Lunghe code e spesso anche attese interminabili e snervanti all’ufficio postale, fenomeno da qualche tempo accentuato dalla quasi totale smobilitazione degli istituti bancari. Negli ultimi anni – complice la pandemia e la crisi economica, la riduzione dell’uso del contante, i tagli al personale, l’aumento dei pagamenti digitali e la diffusione di piattaforme fintech – hanno abbandonato il territorio. Nel centro storico della città, oltre a Poste Italiane, solo la Banca Agricola Popolare di Ragusa ha deciso, almeno per ora, di mantenere la propria storica presenza. Nel giro di pochissimi anni, tutti gli altri istituti di credito hanno chiuso le loro agenzie. Molti clienti delle banche che hanno definitivamente spento le loro insegne e chiuso gli sportelli locali hanno trasferito i propri conti alle Poste.

La denuncia dello Spi Cgil. «Ma alla crescita dell’utenza – denuncia Andrea Gaeta, segretario locale dello Spi Cgil – non è corrisposto, riteniamo, un maggiore sforzo di Poste Italiane in termini di personale integrativo. A patire i disagi maggiori sono soprattutto gli anziani, costretti spesso a code infinite anche fuori dall’ufficio postale e anche con condizioni climatiche avverse. Fuori perché, a causa del Covid, l’ingresso all’interno è ovviamente limitato. A tutto questo si aggiunga la naturale difficoltà dei più anziani ad acquisire la ormai necessaria dimestichezza con i sistemi di banking online o con le app per prenotare appuntamenti in ufficio o ticket per i servizi di sportello».

L’appello all’amministrazione comunale. «Crediamo sia necessario e urgente – conclude il segretario locale del sindacato dei pensionati della Cgil Andrea Gaeta – un intervento della direzione provinciale di Poste Italiane per cercare di ridurre i disagi dell’utenza, magari con uno sportello dedicato solo agli anziani. Allo stesso modo riteniamo doveroso che anche l’amministrazione comunale si faccia portavoce del nostro appello e dei disagi dell’utenza, sollecitando una soluzione che consenta di ridurre al minimo code e tempi di attesa».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *