breaking news

Carlentini | Frana tra via Caporetto e via Stromboli, evacuate alcune famiglie

26 Ottobre 2021 | by Silvio Breci
Carlentini | Frana tra via Caporetto e via Stromboli, evacuate alcune famiglie
Cronaca
'
0

Lo smottamento si è verificato nella zona sud dell’abitato. Sul posto, col sindaco, personale dell’ufficio tecnico, vigili del fuoco e protezione civile. Scuole ancora chiuse. L’appello di Stefio: «Rimanete a casa. Condizioni in peggioramento». Il Pd siciliano chiede la dichiarazione dello stato di calamità al governo nazionale.

La frana che fa paura. Si fanno gravi le conseguenze del maltempo che da giorni sta imperversando anche nel Lentinese provocando danni ingenti, addirittura superiori a quelli dell’alluvione del 2018. A Carlentini una frana ha costretto le autorità a evacuare alcuni edifici per rischio crollo. Il grave smottamento – come mostra chiaramente la foto di copertina – si è verificato oggi pomeriggio nella zona sud dell’abitato, tra via Caporetto e via Stromboli. A rischio adesso la stabilità di alcuni edifici soprastanti l’area dove si è appunto verificato il movimento franoso. Sul posto, insieme al sindaco Giuseppe Stefio, il personale dell’ufficio tecnico comunale, i vigili del fuoco e gli uomini della protezione civile. Alcuni nuclei familiari hanno dovuto lasciare le loro abitazioni.

Stefio: «Rimanete a casa». Una situazione di grave emergenza che già ieri l’altro aveva costretto l’amministrazione comunale a disporre con una ordinanza sindacale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, di cimiteri, parchi, asili nido (pubblici e privati) e strutture sportive comunali, la sospensione del mercato settimanale. Stefio ha esortato la popolazione a non uscire e a rimanere al sicuro a casa. «In queste ore – ha scritto in un avviso alla cittadinanza diffuso attraverso i social – il nostro territorio risulta purtroppo gravemente offeso dagli eventi alluvionali. La situazione, stando alle previsioni che speriamo possano essere smentite col passare delle ore, pare sia destinata ad aggravarsi ancora nei prossimi giorni». Particolarmente grave la situazione in tutto il territorio dove si registrano allagamenti e smottamenti, auto in panne e fango sulle strade che rende pericolosa la circolazione. Scuole chiuse anche domani a Lentini, Carlentini e Francofonte.

Il Pd: «Stato di calamità alla Sicilia». «Chiediamo al governo nazionale di riconoscere prima possibile lo stato di calamità alla Sicilia colpita da una eccezionale ondata di maltempo: strade allagate, città invase da fiumi di acqua, collegamenti bloccati e purtroppo anche due vittime accertate e una dispersa a causa della furia incontrollabile dell’acqua. La situazione è veramente drammatica». Lo dichiara il segretario regionale del Partito democratico della Sicilia, Anthony Barbagallo, rivolgendo un appello al governo guidato da Mario Draghi. In particolare la perturbazione affligge la Sicilia orientale, dove piove ininterrottamente da 48 ore, la Protezione civile ha diramato l’allerta meteo rossa e le scuole sono chiuse. «Il dissesto idrogeologico della Sicilia è un argomento di cui dovremo farci carico come classe politica – afferma Barbagallo – ma in questo momento, di fronte a vittime e dispersi e agli evidenti e gravi disagi in particolare negli spostamenti, il governo deve riconoscere lo stato di calamità per consentire interventi celeri e immediati, oltre agli sforzi già profusi dalla protezione civile regionale».

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *