breaking news

Carlentini| GIUSTIZIATI FAILLA E PIANO, “MA L’ISIS NON C’ENTRA”

Carlentini| GIUSTIZIATI FAILLA E PIANO, “MA L’ISIS NON C’ENTRA”
Cronaca
0
Da Tripoli la notizia che ad agire sia stata la criminalità organizzata locale. I corpi oggi in Italia, domani l’autopsia.

Sempre meno chiara la vicenda dei tecnici uccisi a Sabratah la scorsa settimana. Sarebbe stata una perfetta esecuzione quella di Salvatore Failla. L’operaio di Carlentini non sarebbe stato utilizzato come scudo umano dall’Isis ma sarebbe stato vittima di un commando della criminalità organizzata locale. Con  un colpo di pistola alla nuca, cosi sarebbero stati giustiziati  Failla e il collega Piano rapiti lo scorso luglio in Libia. Dunque,  non un agguato, ma una perfetta esecuzione eseguita da criminali che non c’ entrano con lo stato islamico. Le salme dei tue tecnici della Bonatti sono ancora a Tripoli, arriveranno oggi in Italia, per domani prevista l’autopsia a Roma. Mentre la vedova di Failla, Rosalba Castro, ribadisce che “lo Stato italiano ha fallito” e che. pertanto, non vorrà politici al funerale di Salvatore, il legale della famiglia, Francesco Caroleo Grimaldi, al Corriere spiega come “il ritardo, imposto dalle autorità libiche, al rientro delle salme è vergognoso. Si sta speculando con ferocia sul dolore delle famiglie che sono in attesa a Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com