breaking news

Carlentini | Intitolata a Peppino Russo la nuova sede della Camera del Lavoro

25 Giugno 2018 | by Silvio Breci
Carlentini | Intitolata a Peppino Russo la nuova sede della Camera del Lavoro
Sindacale
'
0

Guidò la Cgil per oltre un trentennio. Bracciante agricolo, difese sempre i diritti dei più deboli e fu tra i più stretti collaboratori del “sindaco contadino” Francesco Guercio. Presenti alla cerimonia i familiari, i vertici provinciali e locali del sindacato e l’amministrazione comunale.

Peppino Russo e la “sua” Camera del Lavoro. Era il 21 settembre 1996. Diversi proiettili esplosi con una calibro 7.65 da un bracciante agricolo sessantenne, consegnatosi alla giustizia subito dopo il delitto, posero fine all’esistenza di Giuseppe Russo, per tutti Peppino, che da un trentennio guidava ininterrottamente la Camera del Lavoro di Carlentini. Un delitto maturato per ragioni del tutto estranee al lungo e generoso impegno sindacale della vittima. La sua morte destò profonda commozione in città. A quasi 22 anni dalla scomparsa la Cgil ha voluto onorarne la figura intitolandogli la nuova sede della Camera del Lavoro, in via Marconi.

La cerimonia d’inaugurazione. Più ampia, funzionale a accogliente della precedente, la nuova sede è stata inaugurata alla presenza dei familiari, dei vertici provinciali e locali del sindacato e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. Presenti alla breve cerimonia il sindaco Giuseppe Stefio, il segretario generale della Cgil di Siracusa Roberto Alosi, il segretario provinciale della Flai Mimmo Bellinvia, i due figli e la moglie di Peppino Russo, Giovanna Di Carlentini. A fare gli onori di casa il segretario della Camera del Lavoro, Ettore Piccolo, che nel suo intervento ha ricordato alcune delle principali battaglie sindacali che vedranno la Cgil in prima linea nell’immediato futuro, ovvero la difesa dell’ospedale e la salvaguardia dei livelli di assistenza sanitaria nel territorio e la realizzazione dell’autostrada Catania-Ragusa che attraversa anche il territorio di Carlentini.

Sindacalista e politico. Considerato “il sindacalista” per antonomasia, Peppino Russo fu anche consigliere comunale del Pci all’epoca dell’amministrazione di sinistra guidata dal “sindaco contadino” Francesco Guercio, di cui fu uno dei più stretti collaboratori. Nato il 10 marzo 1929, di professione bracciante agricolo, fu membro del direttivo provinciale della Cgil e dei direttivi provinciali di Flai e Spi e tra i principali protagonisti di numerose battaglie sindacali. Nel ricordarne la figura, il segretario generale della Cgil siracusana, Roberto Alosi, ha sottolineato come i quasi 120 anni di vita della Cgil siano il frutto di sindacalisti impegnati e generosi come Peppino Russo.

 

 

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com