breaking news

CARRUBBA INFORMA I CONCITTADINI SUL MUSCATELLO.

28 Febbraio 2012 | by Redazione Webmarte
CARRUBBA INFORMA I CONCITTADINI SUL MUSCATELLO.
Sanità
0

“Dopo anni di lotte, proteste e confronti serrati per difendere il nostro Ospedale Muscatello dal rischio concreto della chiusura o del suo ridimensionamento, con la modifica del Decreto Assessoriale n. 1377/2010 la vertenza ha trovato il 21/02/2012 uno sbocco.” 
Comincia così la ‘informazione ai concittadini’ del sindaco Carrubba sugli sviluppi della vicenda. 
Già lo scorso 20 febbraio, al termine di una giornata cominciata con il presidio della direzione sanitaria del Muscatello, Carrubba aveva comunicato gli esiti in consiglio comunale. 
Nella informazione, contenuta in un manifesto affisso in città, e che nei prossimi giorni sarà distribuita capillarmente sotto forma di un volantino, Carrubba riassume in sintesi la realtà del Muscatello com’è e come sarà il prossimo primo luglio.
“Il Muscatello rimarrà il Presidio Ospedaliero di Augusta, dei Comuni e delle Frazioni vicine con una configurazione che, di concerto con la Giunta Municipale e buona parte del Consiglio Comunale, ritengo essere complessivamente in grado di soddisfare il diritto alla salute dei cittadini e quindi le esigenze della sanità nel nostro territorio. 
Saranno mantenuti tutti gli ambulatori e le attività di medicina territoriale esistenti: dal pronto soccorso alla radiologia, all’endoscopia, all’attività di assistenza e cura per gli ammalati di talassemia.” 
Carrubba dichiara: “sulla base del risultato ottenuto, mi sento di affermare – in tutta coscienza – che la città ha salvato il suo ospedale”. 
Dopo aver spiegato le motivazioni che hanno spinto alla riduzione del numero dei punti nascita in Sicilia, riduzione destinata a diventare ancora più drastica nel prossimo triennio, aggiunge che “la perdita del solo punto nascita deve ritenersi compensata dall’attivazione dei reparti di Neurologia, Psichiatria e Oncologia.” 
Il sindaco ha effettuato stamane un sopralluogo presso il Muscatello, incontrando tra gli altri il direttore sanitario del presidio e il primario dell’Unità oncologia, verificando l’avanzamento delle attività necessarie per l’avvio dei nuovi reparti, che saranno attivati già nell’arco di qualche giorno. 
L’informazione si conclude con l’affermazione: “Nell’ambito del Piano di riordino della Sanità in Sicilia, considero quello ottenuto un buon risultato; ora tocca a tutti noi, ognuno nel proprio ruolo, vigilare affinché il Muscatello diventi sempre più un Presidio Ospedaliero di qualità.” 
(mdf)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com