breaking news

Augusta| Carrubba pronto alla mobilitazione

Augusta| Carrubba pronto alla mobilitazione
Politica
0

Illegittimo il decreto assessoriale di riordino della rete ospedaliera in prov. di sr in quanto non terrebbe conto del parere obbligatorio della conferenza dei sindaci. Il primo cittadino di Augusta, Massimo Carrubba, annuncia la mobilitazione della città e si riserva di adire a vie legali. Per chiedere interventi urgenti a tutela della salute, Carrubba ha inviato una lettera agli organi competenti. Al pres. della regione, Lombardo, chiede di vigilare sull’operato dell’ass. alla sanità, russo. A quest’ultimo di revocare il decreto proprio perchè adottato in assenza del parere obbligatorio della conferenza dei sindaci e senza tenere conto delle esigenze del territorio.  Al pres. della conferenza dei sindaci Carrubba chiede di adottate tutti gli atti di competenza per evitare che il decreto produca effetti immediati. Infine, al direttore gen. dell’asp, maniscalco, di non adottare atti di rimodulazione della rete ospedaliera e territoriale, e in ogni caso di non utilizzare i locali del Muscatello per attività diverse da quelle ospedaliere. Il decreto – sottolinea il primo cittadino di Augusta – non solo è privo del parere obbligatorio della conferenza dei sindaci, ma è anche difforme dalla proposta di rimodulazione della rete ospedaliera presentata dall’ASP di Sr alla stessa conferenza dei sindaci nell’unica seduta del 23 dicembre dello scorso anno. Quella proposta prevedeva infatti 134 posti letto per il Moscatello; nell’attuale decreto sono invece previsti 91 posti letto, dei quali solo 70 di degenza ordinaria, con la “soppressione” delle Unità Operative di Ostetricia-Ginecologia, Pediatria, Psichiatria e, in prospettiva, del Pronto Soccorso, con la futura istituzione di un Presidio Territoriale di Assistenza. PTA che dovrebbe essere allocato all’interno dei locali fino ad oggi ritenuti indispensabili per le attività ospedaliere. Il decreto – continua nella missiva massimo carrubba  – non terrebbe conto delle esigenze  del territorio, e cioè che augusta è l’area della provincia che fa osservare i più elevati tassi di incidenza di tumori, malformazioni ed altre patologie cronico-degenerative; che il triangolo Augusta-Melilli-Priolo, è esposto a seri problemi di inquinamento ambientale e al pericolo di incidenti rilevanti; che Augusta è una delle tre aree ad alto rischio industriale della Sicilia, nei confronti delle quali <st1:PersonName w_st=”on” ProductID=”la Legge”>la Legge di riforma della sanità siciliana prevede lo stanziamento di risorse aggiuntive. Carrubba fa inoltre notare che il bacino d’utenza del Muscatello comprende anche il Porto Commerciale e Militare di Augusta, la Base Navale di Marisicilia, l’Arsenale Militare ed una Casa di Reclusione. Gli insediamenti presenti comportano la presenza di circa 10.000 persone non residenti in aggiunta ai 68.000 residenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com