breaking news

CASSA INTEGRAZIONE IN AUMENTO

CASSA INTEGRAZIONE IN AUMENTO
Attualità
0

La cassa integrazione pesa sui salari. In quattro mesi, da gennaio ad aprile scorso, un milione e duecentocinquantamila lavoratori hanno dovuto fare i conti in Italia con cassa ordinaria, straordinaria, in deroga. E i riflessi sulle loro buste paga non sono mancati: la perdita sfiora 1,6 miliardi di euro. Molti di questi lavoratori si trovano in provincia di Siracusa. E’ quanto calcolato dall’Osservatorio Cig del dipartimento Settori produttivi della Cgil. Prendendo in considerazione i lavoratori equivalenti a zero ore, per oltre mezzo milione l’assenza di attività produttiva è risultata completa. La ripresa è lenta e lunga e l’occupazione in molte aziende è in pericolo e non basta più la difesa attuata con la Cig in questi mesi. Esplode la Cassa integrazione in deroga: nei primi quattro mesi dell’anno sono state più di 88 milioni le ore autorizzate, con un incremento tendenziale del 652,40%. Da gennaio 2009 ad aprile 2010 hanno superato quota 208 milioni, con un utilizzo di risorse economiche pari ad oltre un miliardo di euro. A dirlo sono i dati che emergono dalle elaborazioni delle rilevazioni Inps da parte del sindacato. Il maggior carico di ore si riscontra nei settori e nelle aziende che non rientrano nella normativa attuale della cassa integrazione straordinaria: guardando ai primi quattro mesi del 2010, nell’edilizia l’aumento sul 2009 è il più alto e segna +5.551,01%; segue il commercio con +2.285,03%; mentre la piccola industria meccanica, per volume, evidenzia il ricorso più alto con 27.903.578 ore di Cigd. Nei primi quattro mesi del 2010 in totale la Cig ha raggiunto le 415.735.539 ore con un aumento sul primo quadrimestre dello scorso anno del 103%, sempre secondo i dati della Cgil. La cassa ordinaria, mentre ad aprile registra un miglioramento con un calo congiunturale del 22,54%, nel periodo gennaio-aprile aumenta del 5,59% sull’anno. La cassa straordinaria cresce, invece, del +3,29% su marzo 2010 segnando – evidenzia ancora lo studio – il volume di ore più alto degli ultimi 19 mesi, da quando è iniziata questa fase di crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com