breaking news

Siracusa| CGIL: ASSEMBLEA ZONA INDUSTRIALE. IN PREPARAZIONE LO SCIOPERO GENERALE

Siracusa|  CGIL: ASSEMBLEA ZONA INDUSTRIALE. IN PREPARAZIONE LO SCIOPERO GENERALE
Sindacale
0

NO al precariato, NO ai licenziamenti facili, SI’ all’art. 18 e agli ammortizzatori sociali universali, SI’ al rilancio dell’area industriale siracusana, SI’ allo sciopero generale. Sono queste le parole d’ordine emerse nel corso dell’affollata assemblea intercategoriale organizzata  Venerdì 4 maggio dalla CGIL  di Siracusa  alla Mensa Ovest del Petrolchimico e rivolta a tutti i lavoratori del polo petrolchimico. L’assemblea, presieduta dal responsabile del settore industria della CGIL Roberto Alosi, si è avvalsa del contributo straordinario della Segretaria Nazionale della CGIL, Vera La Monica, oltre che degli interventi del Segretario Generale della CGIL di Siracusa Paolo Zappulla e dei Segretari provinciali dei chimici e dei metalmeccanici rispettivamente Rizzuti e Catinella. Al centro dell’appuntamento le questioni nazionali legate all’accesa discussione sul mercato del lavoro, sulla riforma pensionistica, sulla pressione fiscale e sulle politiche occupazionali ma anche e soprattutto le questioni locali e le condizioni in cui versa l’intera area industriale siracusana sotto il profilo occupazionale  e dei mancati investimenti. Indice puntato contro la politica incapace non soltanto di sbloccare oltre 2 miliardi di investimenti pubblici e privati che attendono di essere utilizzati nel nostro territorio ma anche inessenziale nell’elaborazione di prospettive organiche e razionali di politica economica e sociale in grado di sollecitare sviluppo e crescita del contesto  nel rispetto della vocazione industriale. Una inerzia della classe politica locale, regionale e nazionale che conduce per un verso alla morte delle nostre imprese per asfissia, e per l’altro all’insostenibile dramma sociale della perdita del lavoro. Ce n’è abbastanza per partecipare in massa, anche a Siracusa,  allo sciopero generale indetto dalla CGIL per la fine di maggio. L’incontro, infine, è stato anche  l’occasione per illustrare ai lavoratori i contenuti dell’Accordo siglato dalle OO.SS. il 21 marzo scorso con la Direzione della raffineria ISAB sulle politiche degli appalti e sulla salvaguardia della manodopera locale. Un protocollo di intesa strategico, destinato ad essere esteso a tutte le altre grandi committenti dell’area industriale, volto a salvaguardare la dignità del lavoro e dei lavoratori della zona industriale per troppo tempo vittime di una sconsiderata politica degli appalti  ispirata al ribasso spinto che tende a scaricare il prezzo della crisi sul costo del lavoro e sui diritti dei lavoratori.
Il Segretario Prov. CGIL Sr, Roberto Aloisi,                                    il Segretario Gen. CGIL Sr, Paolo Zappulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com