breaking news

CHIUDE LA COMUNITA’-ALLOGGIO “GIOVANNI PAOLO II”. 10 LAVORATORI LICENZIATI

2 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
CHIUDE LA COMUNITA’-ALLOGGIO “GIOVANNI PAOLO II”. 10 LAVORATORI LICENZIATI
Sindacale
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: Chiude con  il relativo licenziamento dei dipendenti, la comunità alloggio “Giovanni Paolo II” per disabili psichici.
La comunità, attualmente in gestione all’Associazione ” Vita Nuova Onlus”, è un ricovero in convenzione con il comune di Siracusa per 10 utenti con patologie psichiche.
Non appena costituita la nuova Associazione, sono sorti i primi problemi a causa di un comportamento non trasparente di alcuni soci, che hanno da subito dichiarato che la situazione economica non era fiorente nonostante la struttura fosse sempre completamente occupata ed i pagamenti da parte del comune di Siracusa costantemente regolari e puntuali.
Oggi, è stato comunicato per iscritto il licenziamento di tutti i dipendenti per chiusura della Comunità Alloggio; tale fatto configurerà, a partire dal 15 dicembre 2011, un’interruzione di pubblico servizio con mancata presa in carico dei pazienti.
Questa Organizzazione sindacale CGIL, vista l’ottima gestione dell’Assessorato alle Politiche Sociali di Siracusa diretto dalla Dott.ssa Garufi, resta fiduciosa di un premuroso ed idoneo collocamento dei 10 pazienti che il giorno 15 si vedranno abbandonati dagli operatori che li assistono da ben 15 anni, per essere ospitati presso altri ricoveri.
Sarebbe auspicabile, come avviene da sempre sul territorio Siracusano, il subentro di una nuova cooperativa sociale con la presa in carico dei dieci pazienti e dei lavoratori che li assistono da sempre, al fine di una continuità assistenziale e della conservazione dei posti di lavoro.
Questa O.S. è fortemente preoccupata di un possibile subentro di soggetti poco vicini ai bisogni primari dell’utenza e del futuro di lavoratori che operano nel settore con professionalità e amore nei confronti di persone oramai diventate componenti del proprio nucleo familiare. Si sottolinea che i lavoratori interessati ai licenziamenti, non ricevono spettanze da ben 4 mensilità nonostante i regolari pagamenti dell’amministrazione Siracusana.
Si sottolinea altresì che potrebbe paventarsi un possibile passaggio di cantiere dalla “Associazione Vita Nuova Onlus” ad altra cooperativa senza la riassunzione dei lavoratori licenziati e conseguentemente senza continuità assistenziale, trattando dei pazienti fragili come degli Assegni Circolari.
L’iscrizione dei lavoratori licenziati nelle liste di mobilità non obbligherebbe la nuova cooperativa alla loro riassunzione e permetterebbe tra l’altro di usufruire degli sgravi fiscali previsti per l’assunzione di personale inserito in tali liste, aggirando di fatto la normativa prevista in tali circostanze.
Per i motivi sopra enunciati questa O.S., restando vigile al rispetto della dignità umana e delle risorse economiche della collettività, ha già chiesto un autorevole intervento di S.E. il Prefetto, certa di un buon esito della vicenda, considerato anche l’ottimo funzionamento di vigilanza e gestione dell’Assessorato alle Politiche Sociali di Siracusa. Il Segretario Generale FP CGIL SR, Enzo Vaccaro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com