breaking news

CITTA’ E SITI UNESCO-OCCASIONE SVILUPPO

CITTA’ E SITI UNESCO-OCCASIONE SVILUPPO
Cultura
'
0

Incontro ieri sera nella sede della Provincia regionale di Siracusa   fra  gli amministratori  delle città della Sicilia sud-orientale che ricadono nella aree con siti UNESCO  ed il presidente  della Associazione Città e Siti UNESCO  Claudio Ricci, sindaco del comune di Assisi. Oggetto dell’incontro, convocato dal vice presidente della stessa associazione  e sindaco di Noto Corrado Valvo, è stata la presentazione di progetti , normative ed opportunità  per i  territori con siti UNESCO, per la loro valorizzazione   turistica e non solo. L’ospite è stato accolto  dal presidente  della Provincia di Siracusa Nicola Bono che, per altro, è anche presidente della associazione  SUD ITALIA UNESCO  di cui fanno parte le provincie meridionali    con siti nella  World Heritege List. Ricci  ha  illustrato  i contenuti delle  normative nazionali che consentono l’accesso a fondi  per la promozione  dei siti e dei  loro territori. Normative, come una specifica legge  del 2016  che fu frutto, come ha sottolineato  Ricci, della attività dell’allora sottosegretario Nicola Bono. Ricci ha presentato un programma articolato  che nei prossimi anni  si svilupperà attraverso un calendario già  definito. Prevista infatti per il prossimo novembre  una borsa nazionale del Turismo  dedicato ai siti UNESCO, che si terrà a novembre 2010. Nel 2011  sarà diffuso nelle edicole un album “Panini” (quello famoso  per  le figurine dei calciatori )  dedicato alle immagini  dei siti  UNESCO. Vi sarà anche una mostra  itinerante  nel mondo  per i siti italiani  come anche  percorsi di studi  per giovani e master post universitari  sull’argomento.  Nel 2012, in occasione del quarantennale della sua fondazione, all’UNESCO   sarà dedicato il Giro  Ciclistico d’Italia, nel 2015 al tema sarà collegato   l’EXPO’ di Milano e , a livello internazionale, le olimpiadi del 2020. Il Presidente  Bono ha sottolineato  come  anche l’UNESCO e i suoi siti  possono essere un’occasione di sviluppo. “Occorre però – ha detto il presidente della Provincia  – superare il limite che oggi si riscontra  della carenza di proposte   finanziabili attraverso le specifiche misure POIN e PAIN   dei fondi strutturali  europei”. La riunione si è tenuta in previsione del convegno nazionale dei 44 siti UNESCO italiani  che si terrà  il prossimo settembre a Roma.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *