breaking news

COMPRA REGOLARMENTE UNA CASA, MA DOPO 26 ANNI VIENE MESSA ALL’ASTA. LA DISPERAZIONE DI UN 72ENNE

COMPRA REGOLARMENTE UNA CASA, MA DOPO 26 ANNI VIENE MESSA ALL’ASTA. LA DISPERAZIONE DI UN 72ENNE
Cronaca
0

A vederlo è un uomo disperato il signor  D. Passanisi (foto), è una persona di 72 anni, a cui il mondo è crollato addosso da un giorno all’altro. Ha il volto segnato dall’angoscia di chi sa che forse presto perderà la propria casa. E’ una storia che ha quasi dell’incredibile quella di questo povero uomo. Pur essendo proprietario di un immobile acquistato in contanti nel lontano 1986, in via dei Tulipani, a Villasmundo, un giorno, improvvisamente ha ricevuto la visita di quello che diceva essere il nuovo proprietario del suo appartamento. Per capire meglio i fatti bisogna tornare indietro di qualche mese. Nel mese di agosto del 2011, dopo aver ricevuto la visita del “nuovo proprietario”, incredulo, il signor Passanisi inizia ad indagare su come sia stato possibile vendere la casa che ha regolarmente pagato con i risparmi di una vita. Scopre così che sul terreno  in cui è stata costruita l’abitazione, grava un’ipoteca. Questa la dichiarazione di Passanisi:  “Non ho mai ricevuto nessuna comunicazione in merito al sequestro,  o altro, dell’immobile. Nel 2001 un architetto del CTU dichiara nel verbale di aver parlato con me, ma questo signore non è mai venuto a casa mia. Nel 2011 decidono di mettere la mia casa all’asta senza fare riferimento a nessuna trattativa, pur avendo io un atto e avendo pagato in contanti. Mi domando: sono un estraneo? Non conto niente? Il mio atto non conta niente? Mi vogliono togliere la casa. Mi stanno facendo perdere tutto. La casa è tutto ciò che ho. Vivo da solo sopportando la solitudine. Non vedo una via d’uscita. Non dormo più la notte. Voglio che la situazione torni alla normalità. Al limite sarei disposto anche pagare qualche piccola quota per togliere l’ipoteca, ma io dalla mia casa non voglio andar via. Voglio godermi un po’ di tranquillità”. Sono queste le parole disperate di un uomo che tra le lacrime chiede solo di poter continuare a vivere nella propria casa.
ILENIA FERRAGUTO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com