breaking news

CONCESSIONE GOVERNATIVA PER I TELEFONINI. RIMBORSO AL COMUNE DI 80 MILA EURO

CONCESSIONE GOVERNATIVA PER I TELEFONINI. RIMBORSO AL COMUNE DI 80 MILA EURO
Attualità
0

L’Agenzia delle entrate di Siracusa è stata condannata, dalla Commissione tributaria provinciale, a rimborsare al Comune la tassa di concessione governativa per il servizio radiomobile pubblico terrestre. I Comuni, per il servizio di telefonia mobile, pagano una tassa di concessione governativa mensile di 12,91 euro per ogni telefonino in dotazione agli amministratori e ai dipendenti comunali; la somma da rimborsare è di circa 80.000 euro per tre anni. Una tassa che il Comune ha contestato.

Da qui il ricorso  presentato dall’avvocatura comunale, rappresentata dal dirigente Salvatore Bianca e da Salvo Ballatore, alla commissione tributaria provinciale, dove è stato sostenuto che il nuovo codice delle telecomunicazioni, innovando il pregresso regime, ha disposto la liberalizzazione della fornitura dei servizi di comunicazione facendo venire meno il regime concessorio, presupposto che stava alla base del tributo.

“Il giudice tributario di Siracusa – ha detto il sindaco Roberto Visentin – ha accolto il ricorso presentato dal nostro ufficio legale per tre anni antecedenti la proposta istanza di rimborso. Una decisione  importante che costituisce un precedente per gli altri Comuni della provincia che, sulla scia della strada intrapresa dalla nostra avvocatura, potranno richiedere il rimborso della tassa in questione”.    

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com