breaking news

CONFCOMMERCIO:SI RISPETTINO LE LEGGI

CONFCOMMERCIO:SI RISPETTINO LE LEGGI
Attualità
0

La crisi del commercio è evidente, ma chiedere ai vigili urbani di chiudere un occhio sulle eventuali violazioni dei commercianti inerenti l’obbligo di comunicare l’esposizione di insegne o vetrofanie è una “bestemmia” giuridica. A sostenerlo è il presidente della Confcommercio, Roberto Mazza, che interviene così su un dibattito in corso. La presa di posizione di Mazza segue di un giorno quella del presidente della Confesercenti, Arturo Linguanti, più che critico nei confronti Comune di Siracusa, ritenendolo corresponsabile della crisi delle aziende commerciali locali. Mazza chiarisce che “nemmeno una crisi di proporzioni rilevanti come quella che da tempo stiamo vivendo in tutto il Paese potrà mai giustificare comportamenti che, anche solo in omaggio a prassi consolidate, siano aperte violazioni di legge. Né ha alcun senso – puntualizza il rappresentante del commercianti – individuare “nemici” della categoria in chi è preposto solamente a far rispettare leggi, norme e regolamenti. Abbiamo sempre scelto la strada del confronto leale, del dialogo aperto”. Chiarito questo aspetto, il presidente di Confcommercio lancia la sua proposta, che è quella di rilanciare il dialogo con le istituzioni e gli enti locali. Inutile, secondo Mazza, fermarsi a proteste verbali. Più opportuno sedersi tutti intorno ad un tavolo – dice – e individuare concretamente, soluzioni possibili e, evidentemente, giuridicamente ineccepibili”.Per Mazza vanno difesi i commercianti onesti. “Non stiamo – conclude il rappresentante della Confcommercio – con i “furbetti” e con chi vorrebbe alimentare un certo andazzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com