breaking news

CONFERENZA STAMPA AL VETRIOLO.CARRUBBA SPARA A ZERO SU PDL E PID E RACCONTA DEI RETROSCENA

CONFERENZA STAMPA AL VETRIOLO.CARRUBBA SPARA A ZERO SU PDL E PID E RACCONTA DEI RETROSCENA
Politica
0

“Una parte politica ben definita e riconducibile al centro destra , Pdl- Pid fa della Sanità e dell’ Ospedale “Muscatello”, questione molto seria e giustamente  molto sentita dalla cittadinanza, teatro di scontro politico e, in maniera assolutamente irresponsabile, terreno fertile per strumentalizzazioni a fini di denigrazione personale”. Il sindaco, Massimo Carrubba non ha usato mezzi termini nel corso della conferenza stampa convocata al palazzo di Città per replicare alle pesanti accuse subite dalla sua amministrazione in particolar modo negli ultimi giorni, dopo la nomina dei due assessori del Mpa. Il primo cittadino ha dichiarato di volere prendere le critiche in questione come “ulteriore stimolo per impegnarmi di più, fare meglio in quest’ultimo scorcio della mia seconda legislatura e per cercare di portare a compimento il programma ed i numerosi progetti in corso, in primo luogo quelli relativi all’edilizia sportiva ed in particolare la bonifica del campo sportivo “FONTANA”  posto che, a dire almeno del Ministero dell’Ambiente – che per onestà devo ammettere ha seguito sempre in questi anni con particolare attenzione la problematica – il progetto è pronto ed ormai prossimo all’appalto”. Carrubba si è detto pronto a concentrare gli sforzi “al compimento del lungo iter per la redazione del Piano Regolatore Generale della città che l’Università di Catania sta redigendo e che conto di presentare ai cittadini entro fine anno”. Il primo cittadino ha anche parlato della sua volontà “di sollecitare a il Ministero dell’Ambiente, il Commissario Delegato ed il Consorzio idrico Ato SR 1 – tutti competenti per materia – per ottenere il finanziamento pari a circa 25 milioni di euro per l’eliminazione degli scarichi fognari a mare, per il completamento del collettore fognario e del depuratore di Augusta”. Ma Carrubba ha anche voluto fare “nomi e cognomi” di alcuni esponenti politici che starebbero utilizzando a suo dire problemi seri per raggiungere fini che nulla avrebbero a che vedere con il bene comune. Ancora una volta tira in ballo i rappresentanti del Pdl e del Pid. “Non sarà un caso -dice il sindaco alzando evidentemente il tiro  – che qualche mese fa, cavalcando l’onda emotiva dei cittadini, magari eccitando gli animi,  con un autentico “golpe”  dirigenti cittadini, assessori provinciali e attivisti del PDL e del PID abbiano “destituito”, perché non facilmente “manovrabile”, il vecchio comitato all’interno del quale si sono distinte sin dal 2003 per serietà ed equilibrio professionalità e competenze – indipendentemente dall’appartenenza politica – ed hanno fondato, sino a “militarizzarlo” con propri attivisti, un nuovo coordinamento carpendo la buona fede di molti cittadini che vi avevano aderito per spirito civico, per senso di appartenenza ad una comunità e per le fondate preoccupazioni circa il futuro della sanità ad Augusta”. Accusa pesanti a cui Carrubba ne aggiunge altre, altrettanto forti.  “Non è stato sicuramente un caso – si spinge a dire il sindaco -che la mattina del 30 maggio a capeggiare il corteo ed i blocchi ci fossero gli stati maggiori del PDL e del PID di Augusta, rinforzati finanche da deputati e che in maniera assolutamente irresponsabile e provocatoria additavano il sindaco come presunto colpevole – a loro dire – della “prossima e imminente chiusura” fissata per il primo giugno, dell’ospedale Muscatello!”. Secondo il primo cittadino cosi’ facendo, “si è strumentalizzato, e si tenta di farlo ancora, un tema molto sentito in città e si pilota la buona fede di parte del coordinamento per fare una azione di denigrazione personale, di scientifica disinformazione, propaganda elettorale e lotta politica. Non va nemmeno sottaciuto – e qui’ il discorso di Carrubba si fa particolarmente delicato – che durante i blocchi, effettuati nella stragrande maggioranza da cittadini per bene ed in buona fede, vi siano state delle infiltrazioni da parte di gruppi malavitosi debitamente reclutati da personaggi equivoci e molto chiacchierati in città che sono stati visti dialogare tra loro fittamente sin dalle prime ore della manifestazione. Per di più qualcuno di questi ha tentato anche di parlare con un megafono ai manifestanti”. A questo punto del suo “sfogo”, attraverso gli organi di stampa, Carrubba sollecita il capogruppo del Pdl alla Provincia, Paolo Amato, l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Rino Lazzari, il coordinatore del Pid di Augusta Aviello e l’assessore dello stesso partito Nicky Paci a occuparsi piuttosto delle sorti della strada provinciale 61 “Monte Tauro Sant’Elena” per il quale da assessore provinciale, nel 2003, Carrubba avrebbe predisposto un progetto esecutivo e cantierabile con un finanziamento di due milioni e mezzo di euro e pronto per essere appaltato. Altra domanda: “che fine ha fatto la realizzazione della palestra tensostatica prevista alla cittadella degli studi per la quale il Comune ha dato da tempo i pareri richiesti? Mi chiedo- contrattacca Carrubba- se mai la Provincia realizzerà interventi seri e infrastrutturali sulla viabilità  industriale ex ASI,  ormai “fagocitata” dalla fitta vegetazione”. Ma il sindaco ne ha anche per il suo partito,il Pd, a cui, alla luce del successo elettorale del Centrosinistra a Noto e Lentini, con le nuove alleanze con il Terzo Polo, chiede azioni che tendano alla ripresa del dialogo, ad Augusta, con Sinistra, ecologia, Libertà e Italia dei Valori

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com