breaking news

CONSENSI PER IL PLEMMIRIO FREE EXPRESS

CONSENSI PER IL PLEMMIRIO FREE EXPRESS
Attualità
0

Un’operazione riuscita quella portata a termine oggi da un gruppo di associazioni e denominata Plemmirio Free express. Il centro studi Davide contro Golia, i Grilli aretusei, Aretusa Pesca, il Circolo Arci Pertini, Natura sicula, il forum cittadino G-Tutti hanno messo a disposizione un bus navetta per visite alla costa che va da Punta della Mola alla Pillirina. Positivo il bilancio. Numerosi i cittadini, ma soprattutto i turisti che hanno partecipato all’iniziativa, che ha in primo luogo uno scopo di sensibilizzazione sulla necessità di salvare la costa dalla cementificazione prevista dal piano regolatore generale della città. “Sul bus navetta – raccontano i Grillu aretusei di Andrea La Monica – sono saliti toscani, veronesi, friulani, americani, irlandesi, guidati alla scoperta del luogo dalla guida naturalistica Fabio Monreale. In tal modo – aggiunge La Monica – si è voluto dimostrare come l’ambiente sia una risorsa in se, senza un necessario stravolgimento dell’esistente. I turisti per rimanere più giorni a Siracusa hanno bisogno anche di escursioni nel verde”.Poi una nota polemica. “Il Comune – protestano i Grilli aretusei – ha speso più di 500 mila  euro per una barriera arborea in occasione del G8 e non riesce a valorizzare un ambiente naturale e interessante come quello della Pillirina, dove invece si permetterà di gettare colate e colate di cemento, con la realizzazione di un abnorme villaggio turistico e dove è in corso la compravendita da parte della piccolissima società “Elemata Maddalena srl”, con sede legale ad Amsterdam (e con solo 10.000 euro di capitale), con un rogito effettuato attraverso un noto professionista siracusano.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com