breaking news

CONVEGNO SULLA TUTELA PENALE DELL’AMBIENTE:PRESERVARE E CONSERVARE IL NOSTRO AMBIENTE PER LE GENERAZIONI FUTURE

19 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
CONVEGNO SULLA TUTELA PENALE DELL’AMBIENTE:PRESERVARE E CONSERVARE IL NOSTRO AMBIENTE PER LE GENERAZIONI FUTURE
Attualità
0

Si è svolto nella Sala Conferenze del Palazzo Municipale un convegno sul tema “La tutela penale dell’ambiente quale strumento per lo sviluppo sostenibile del territorio.” I lavori congressuali sono stati aperti e coordinati dal sindaco Giuseppe Sorbello. Presenti all’iniziativa Daniel Amato, Ricercatore Universitario di Diritto Penale dell’Ambiente presso la Link Campus University of Malta, Antonio Fiumefreddo, Direttore Scientifico del Centro e Professore di Diritto Processuale Penale. E’ intervenuto  Corrado V. Giuliano in rappresentanza del Centro di Azione Giuridica di Legambiente Sicilia e a conclusione dei lavori Vincenzo Scotti, Presidente della Link Campus University of Malta, insieme ad una nutrita rappresentanza degli studenti del I° Istituto Comprensivo “Rizzo” di Melilli, accompagnati dal Dirigente scolastico Angela Fontana. L’ambiente come risorsa fondamentale da salvaguardare e preservare – secondo l’avv. Amato –  ed a tal fine è necessario che si realizzi una community  per confrontarsi ed avere arricchimento reciproco e rendere l’attività di ricerca più concreta. L’iniziativa del comune di Melilli e della Link Campus University of Malta, corona un’intuizione matura, – queste le parole dell’avv. Giuliano di Legambiente – e rappresenta un anello di congiunzione tra ciò che è stato fatto nel passato e quello che si farà nel presente. Secondo il prof. Fiumefreddo l’iniziativa, proposta dal connubio del comune di Melilli e della Link Campus University of Malta, rappresenta un esperimento pilota quale servizio a presidio e servizio della collettività e deve seguire due iniziative ben precise: la formazione a partire dalle scuole quale filo di continuità, che parte dalla memoria di chi non c’è più fino a chi prenderà le decisioni domani e la raccolta dei dati sul territorio. Fino ad oggi – prosegue Fiumefreddo –  la tutela giuridica è stata di carattere repressivo e poco preventivo. Necessita una decisa azione di mediazione, di dialogo per studiare standard di sicurezza anche non previsti normativamente, ma proponibili attraverso la mediazione tra le parti. Sentito l’intervento dell’on. Scotti che rivolgendosi agli studenti ha detto: “Ragazzi la difesa dell’ambiente è affidata alla vostra sensibilità. Il cambiamento climatico rappresenta una questione fondamentale non solo per Melilli,  ma per il mondo intero. Bisogna fissare regole e limiti e fare crescere la consapevolezza di tutti i cittadini cominciando dalle scuole, cominciando da voi. Abbiamo il dovere di preservare e conservare il nostro ambiente per le generazioni future. Per questo l’iniziativa di oggi rappresenta una pietra miliare alla costruzione di un mondo diverso”.

Silvana Baracchi            

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com