breaking news

Croce d’onore alla memoria di Ville, consegnata ieri ai familiari

Croce d’onore alla memoria di Ville, consegnata ieri ai familiari
Attualità
0

In occasione del 150 ° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano celebrato ieri, in Piazza Castello  a Torino ,  è  stato il fratello Graziano a nome di tutta la famiglia, a ricevere dalle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, la croce d’onore alla memoria di Sebastiano Ville, il giovane militare  francofontese, caduto il 9 ottobre in terra afgana, durante una missione di pace, in seguito all’esplosione di un ordigno . IL caporal maggiore scelto del VII Reggimento Alpini è stato insignito dell’onorificenza post-mortem perché “fulgidissimo esempio di attaccamento al dovere e di straordinaria professionalità che , con il suo estremo sacrificio,  ha contribuito ad accrescere il prestigio della Forza Armata e dell’Italia in ambito internazionale, tenendo alti gli ideali di pace e solidarietà”. Caratteristiche quelle elencate nel riconoscimento  formale conferito ai familiari  che non restano, però , mere  parole  di circostanza ma “dipingono  – secondo Giuseppe,  padre di Sebastiano-  la personalità , il carattere forte ed altruista del  valoroso ragazzo. Un giovane che amava il suo lavoro, ma soprattutto viveva per aiutare gli altri anche nella quotidianità.” ” Conoscevo già il valore di mio figlio- dice con estremo orgoglio  il padre, dal dolore composto- l’ho seguito in ogni passo e scelta della sua vita ma, dopo averlo perso, in seguito  alla disgrazia che ci ha colpiti, ho visto quanto era amato , stimato , apprezzato ,anche, da tantissima altra gente della sua città e dell’esercito. La solitudine dopo eventi luttuosi come questo, incentiva la tristezza- continua Giuseppe- . Noi abbiamo avuto la fortuna di avere il sostegno di parenti ed amici, che ci vengono a trovare , che ci consolano solo con la loro presenza. Sentiamo molto la vicinanza delle istituzioni,  dell’esercito, in particolare,  che ci assiste, ci coinvolge in iniziative, proprio, perché nessuno vuole dimenticare il sacrificio di mio figlio e delle altre giovani vite spezzatesi in quel vile attentato. La cappella dove riposa Damiano- ci dice- è sempre stracolma di fiori, di messaggi d’affetto nei suoi e nei nostri confronti. Francofonte, non potrò mai dimenticarlo, ha accolto il feretro di mio figlio scendendo in massa per le strade.  Tutti, lacrime agli occhi, hanno voluto tributare un saluto, l’ultimo,  al mio Damiano. Del “poeta”- cosi’ lo chiamavano i suoi commilitoni per il suo innato spirito goliardico, grazie al quale intratteneva ed incantava adulti e bambini    nella sua città resterà vivo il ricordo, in una piazza che porterà il suo nome . ” Un ulteriore attestazione di vicinanza alla famiglia , di evidenza del valore del sacrificio, che l’amministrazione cittadina di Francofonte ci tiene a concretizzare. “Il riconoscimento alla memoria di ieri- ha affermato il sindaco di Francofonte Giuseppe Castania-, al di là del dolore ancora vivo in tutti noi, riempie d’orgoglio tutta la cittadinanza, che continuerà a dimostrare la vicinanza alla famiglia. La giunta ed il consiglio comunale hanno subito manifestato la volontà di lasciare di questo ragazzo,  esempio di impegno e virtù, un segnale indelebile attraverso l’intitolazione di uno spazio cittadino, cercando di assecondare i desideri dei familiari.  Intanto, il 9 ottobre prossimo –  anticipa il primo cittadino-  ci terremo a celebrare con un evento collettivo, l’anniversario della morte di Damiano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com