breaking news

CROLLO IN UNA SCUOLA

Tragedia sfiorata questa mattina all’istituto comprensivo Mazzini di via Madre Teresa di Calcutta a Siracusa. Durante le ore di lezione, a metà mattinata, improvvisamente un vasistas si è staccato dalla struttura della finestra, cadendo s un banco e mandando il vetro in frantumi. La fortuna ha volto che proprio in quell’istante il ragazzino che occupa il banco accanto alla finestra si trovasse fuori dall’aula, avendo chiesto poco prima all’insegnante il permesso di andare in bagno. Se così non fosse stato, l’episodio avrebbe senza dubbio avuto conseguenze ben più gravi. Sul posto sono arrivati i tecnici del Comune di Siracusa per effettuare un sopralluogo dal quale sarebbe emersa la necessità di provvedere in tempi celeri alla sostituzione, nella scuola, di tutti gli infissi, ormai vetusti e che presenterebbero peraltro dei difetti risalenti anche a trent’anni fa,quando l’istituto è stato realizzato. Nell’immediato gli uffici comunali provvederanno, probabilmente lunedi mattina, a mettere in sicurezza le finestre, lasciando alcune aperture, però, naturalmente, per il ricircolo dell’aria. Successivamente si dovrebbe tornare a parlare del progetto di sostituzione degli infissi, per un costo che sarebbe stimato in circa 350 mila euro. Il progetto sarebbe già stato elaborato dall’amministrazione comunale, che in passato lo avrebbe proposto all’Inail,nell’ambito di un bando che sarebbe consentito il finanziamento dell’opera pubblica. In quel caso, però, il comune di Siracusa non entrò in graduatoria, essendo esiguo il numero dei progetti che potevano ottenere il finanziamento in tutta la Sicilia. L’assessore all’edilizia scolastica, Antonino Munafò assicura il massimo impegno per fare in modo che nel nuovo bando pubblicato dalla regione e che scadrà tra una cinquantina di giorni, possa rientrar non solo il progetto per la Mazzini, ma anche altri interventi per altri istituti scolastici. “Naturalmente – aggiunge Munafò- c’è la tempistica amministrativa da attendere ed p noto che si tratta di tempo piuttosto lunghi. Prima di indire la gara, è necessario avere la disponibilità delle somme, cosi’ come prevede la legge”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com