breaking news

DIMMI CHE MAMMA HAI E TI DIRÒ CHI SEI

DIMMI CHE MAMMA HAI E TI DIRÒ CHI SEI
Cultura
'
0

Ciò che siamo è dato da geni e ambiente. Guardacaso due fattori che vedono protagonisti i genitori. Soprattutto la mamma. Che ha compartecipato geni e ha dedicato tempo all’allevamento dei figli.

La psicologa Silvia Senestro, nel suo nuovo saggio “Opera di mammà” (Kimerik, 2014, p. 144, € 14,00), ha illustrato nove casi di mamme che con il loro atteggiamento condizionano il carattere dei propri figli. Mamme, non tirate sospiri di sollievo: potreste riconoscervi in ben più di un caso!

Fare uso di alcol, di droghe leggere, essere coinvolti in atti di teppismo. Guasti comportamentali di un giovane che sta ribellandosi a un passato in cui è stato ipercontrollato da una mamma “bodyguard”. Opera di mammà, insomma. Che chiudendo gli spazi vitali, privando il figlio di fare le normali esperienze, rischia che questo diventi un adulto autoritario, con la tendenza, addirittura, ad aderire a gruppi di ideologia estremista.

Opera di mammà “twister” è un “bambino pigro – spiega la Senestro nel suo libro –, svogliato, passivo, “stanco”, privo di iniziativa. È possibile che venga preso in giro dai coetanei e considerato un po’ tonto; può essere vittima del bullismo”.

E quando mamma e figli sono “amici”? Alcune mamme “Hello Kitty” si calano completamente nel ruolo amicale, ma se i genitori fanno gli amici, allora chi farà il genitore? L’idillio dura quanto dura, ma essendo un rapporto anomalo non ci si stupisca degli effetti descritti nel libro.

L’autrice fa un’analisi a ventaglio delle distorsioni più frequenti nel comportamento dei figli, indicandone le cause riconducibili alla tipologia di mamma. Il saggio è impreziosito da esperienze raccontate da figli adulti di mamme problematiche. Anche figli di “mamme perfette”: attenzione a quest’ultimo caso!

Silvia Senestro, nata a Torino nel 1975, si occupa di psicologia clinica per adulti, in particolare di dipendenze, insegna psicologia all’Università per le tre età a Racconigi (Cn).

Il saggio apre con una opportuna citazione di Virgilio: “Felice è chi ha potuto conoscere le cause delle cose”. Opera di mammà è una finestra da cui può arrivare una luce inaspettata, una soluzione a un problema che nemmeno consideravamo. Alessandro Mascia

 

Visualizzazioni: 162

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *