breaking news

DOMANI AD AUGUSTA LA GIORNATA PROVINCIALE IN RICORDO DELLA VITTIME DELLA MAFIA

DOMANI AD AUGUSTA LA GIORNATA PROVINCIALE IN RICORDO DELLA VITTIME DELLA MAFIA
Cronaca
0

Si è svolta nel Salone di rappresentanza del Palazzo di città ad Augusta la conferenza stampa di presentazione della XVII Giornata Provinciale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime delle mafie che si svolgerà domani venerdì 23 marzo.
La Giornata, che ha ricevuto il patrocinio della Provincia Regionale di Siracusa e del Comune di Augusta, si svolgerà ad Augusta per riflettere sull’industria siciliana, fatta di luci ed ombre, di un’imprenditoria generalmente sana e laboriosa, nel ricordo dei suoi “martiri”, ma anche sui suoi errori. La scelta di Augusta al fine di rafforzare  un percorso virtuoso avviato nelle scuole e nelle realtà associative, per consolidare il positivo presenti in questa meravigliosa Città. Un bene sorto nonostante i problemi e le contraddizioni, un bene che nasce dall’impegno di tanti cittadini onesti a cui dobbiamo riconoscenza e gratitudine. Pensiamo a quelle realtà laiche e cattoliche impegnate, radicate nel territorio, determinate nel costruire speranza.
All’incontro sono intervenuti Massimo Carrubba, Sindaco di Augusta, Michele Accolla, assessore all’ambiente del Comune di Augusta, Renata giunta, del coordinamento provinciale dell’associazione Libera, Rita Pancari, referente di Libera-Augusta, Paolo Caligiore, coordinatore provinciale associazioni Antiracket di Siracusa, Enzo Parisi della segreteria regionale di Legambiente e Carmelo Lo Turco per la CGIL.
All’iniziativa collaborano;
tutte le scuole megaresi: Liceo “Megara”, Istituto d’Istruzione Superiore “A. Ruiz”, I I. C. “P. di Napoli”, Circolo didattico “G. Pascoli”, II I. C. “O.M. Corbino”, III I. C. “D. Costa”, IV I. C. “S. Todaro”;
le associazioni: Antiracket Augusta, Centro di Educazione Ambientale, Legambiente CIPA Augusta, gruppo “Donne e Mamme di Augusta”, MASCI Augusta, Il Muro-Casa Comune;
le realtà parrocchiali: Anime Sante, Madonna del Perpetuo Soccorso, Maria SS. Annunziata,  Maria SS. Assunta, Cristo Re, Sacro Cuore di Gesù, S. Andrea, S. Francesco di Paola, S. Giuseppe, S. Giuseppe Innografo, S. Lucia, S. Maria delle Grazie, S. Nicola di Bari;
e le realtà teatrali: Teatro stabile di Augusta, U Tiatru du suli; CGIL, CISL e UIL.
Oltre ai familiari delle Vittime delle mafie, ai rappresentanti delle Istituzioni, agli esponenti della società civile, della scuola, della Chiesa, il 23 marzo, Giovanni Impastato sarà presente all’intitolazione di una via cittadina al fratello Peppino, assassinato dalla mafia il 9 maggio 1978 a Cinisi.
La giornata sarà scandita da una serie di iniziative che vedranno protagoniste le scuole. L’appuntamento della mattina è fissato per le ore 8.30 in piazza America. Alle 9.00 si svolgerà l’intitolazione di una via cittadina a Peppino Impastato. Alle ore 12.15 arrivo dei partecipanti nella piazza Risorgimento dove saranno accolti con la lettura dei nomi delle Vittime delle mafie, le esibizioni delle scuole e degustazione dei prodotti di Libera Terra. Seguiranno i saluti del Sindaco e delle Istituzioni, interventi degli studenti e dei rappresentanti di LIBERA e delle Associazione Antiracket.
Alle ore 17.00 a Palazzo S. Biagio, si svolgerà un incontro sul tema: “Antimafia, legalità, lavoro in Sicilia”. Tra gli ospiti si prevede la partecipazione di Enzo Parisi, Legambiente Regionale Sicilia, Armando Rossitto, responsabile del progetto “Casa Nostra, Fattoria della legalità” sui beni confiscati a Lentini, Giovanni Impastato, oltre alle testimonianze dei Familiari delle Vittime delle mafie, degli studenti e di imprenditori. A seguire sarà portata in scena la rappresentazione: “Radio Aut- La voce di Peppino Impastato”.
“Vogliamo che il ricordo e il riconoscimento per quanti sono caduti nel compimento rigoroso e coerente del loro dovere siano sempre strettamente intrecciati all’impegno. – hanno dichiarato gli organizzatori -L’appuntamento è una dichiarazione di impegno e una proposta di legalità rivolta a tutti, un invito ai cittadini a partecipare, a dimostrare un coraggio non gridato, non esibito, semplicemente civile e responsabile”. (mdf)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com