breaking news

EMITTENZA LOCALE: DA FNSI ALLARME ROSSO, SERVE INTERVENTO DI GARANZIA DAL GOVERNO

6 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
EMITTENZA LOCALE: DA FNSI ALLARME ROSSO, SERVE INTERVENTO DI GARANZIA DAL GOVERNO
Sindacale
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:  “Anche per l’emittenza locale è allarme rosso. Decine di televisioni non solo rischiano di non poter più trasmettere per la dissennata politica di assegnazione delle frequenze ma anche di essere private delle risorse per assicurare l’indispensabile attività di informazione locale professionalmente qualificata. Tutti i nodi vengono al pettine in questa fase di straordinaria emergenza e appare indispensabile che anche questo tema sia messo nell’agenda politica e delle istituzioni. E’ il richiamo che fa la Giunta Esecutiva della Fnsi, la quale ha esaminato la situazione di crisi che interessa il settore dell’emittenza radiotelevisiva locale. Alla crisi economica del Paese, che determina un crollo delle risorse pubblicitarie già depauperate dalle politiche di dumping attuate dalle emittenti nazionali, infatti, si sono aggiunti gli effetti di norme legate al passaggio al digitale terrestre fortemente penalizzanti. L’assegnazione di frequenze alla telefonia mobile e la destinazione di altre al beauty contest tra le emittenti nazionali hanno ridotto lo spettro trasmissivo destinato all’ambito locale, in violazione delle norme che destinavano a quest’ultimo un terzo delle frequenze. In questa situazione già drammatica sono stati, inoltre, tagliati i fondi previsti per il settore, anche con effetti retroattivi che vanno a colpire bilanci societari già chiusi, a fronte di attività svolte anche tenendo conto degli introiti originariamente assicurati. La Giunta della Fnsi, insieme alla consulta delle Associazioni Regionali di Stampa, chiede al Governo di intervenire al più presto ripristinando un modello equilibrato fautore di sviluppo, tecnologico e occupazionale, evitando così di costringere alla chiusura centinaia di aziende che oggi garantiscono un fondamentale pluralismo informativo sul territorio e duemila posti di lavoro giornalistico”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com