breaking news

EX SCUOLA ALBERGO NEL DEGRADO

12 Ottobre 2010 | by Redazione Webmarte
EX SCUOLA ALBERGO NEL DEGRADO
Attualità
0

Riceviamo e pubblichiamo:

 “Siracusa è la città delle incompiute e dei soldi pubblici sprecati; se si fa un giro più attento ci si può facilmente accorgere di quanti immobili ( di proprietà statale) sono stati costruiti , rifiniti e poi lasciati allo stato più totale dell’abbandono, ne abbiamo esempio con la Scuola- Albergo di via Crispi, da quarant’anni abbandonata a se stessa.

La struttura è un albergo scuola progettato negli anni sessanta e completata negli anni ottanta, una volta costruito, arredato e rifinito non è stato mai utilizzato, la struttura ha vissuto sulle propria mura e sulle propria fondamenta tutta l’imbecillità e l’incompetenza delle varie amministrazioni che si sono alternate a Siracusa. Oggi a distanza di quasi quarant’anni, questa imponente costruzione è lasciata a simbolo dell’istituzione negata ed a simbolo dell’incapacità di portare a termine le opere di pubblica utilità.Ad oggi questa struttura non solo è stata abbandonata, ma è anche pericolosa per l’incolumità altrui  che vi passeggia nel marciapiede in quanto pericolante., ballatoi che non appena piove crollano in testa ai passanti ect ..e se non si pone rimedio immediato diventerà un luogo ideale per esercitare prostituzione, ricovero per barboni e quant’altro.” Non siamo più sicuri da quanto in comune abbiamo dovuto sopportare questa struttura accanto alla nostra”, per anni abbiamo dovuto subire furti, schiamazzi  e altro per non parlare di ragazzini  che entrano, vedendoli saltare da un balcone all’altro e lanciando le pietre alle finestre ancora intatte alla struttura che si affaccia in via crispi e non solo… ma per i ragazzini che entrano vi è il pericolo  per  cui vanno incontro in quanto all’interno della struttura vi è il materiale in via di risulta, forati etc dove possono incorrere pericolo di infilzamento, tagli, crolli della struttura interna.

Bisogna porre rimedio a questa situazione almeno murando le aperture di ingresso possibili alla struttura visto per quanto si è capito non vi sono più fondi per completare l’opera, e questo per non incorrere ad altri pericoli del tipo il rischio di cadere nei sotterranei per non parlare sul discorso dei tombini lasciati aperti dove vi è il marciapiede fruibile.Aggiungo:- tutto questo è uno “Scempio” per il cittadino che vi abita e il turista che vi passeggia, dandone una immagine poco bella della Città, e i responsabili dovrebbero vergognarsi per non essersi occupati del caso in prima persona.A tutto questo saremo lieti e costretti a fare un esposto gravoso nei confronti dell’ente o privato responsabile di questa fatiscienza, avvalendoci pure della collaborazione del vicinato”.

 Antonino Augello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com