breaking news

FASTIDIOSI MIASMI DAL DEPURATORE: IL SINDACO RIZZA DIFFIDA L’I.AS.

FASTIDIOSI MIASMI DAL DEPURATORE: IL SINDACO RIZZA DIFFIDA L’I.AS.
Attualità
0

Sopralluogo all’I.A.S. effettuato in data 8 marzo 2012 intorno alle 10,00, al quale hanno preso parte i funzionari dell’Arpa, della Provincia Regionale, dell’ufficio di protezione civile e dell’ambiente, del corpo dei vigili urbani del comune di Priolo Gargallo e dell’ing. Mazzotta esperto ambientale e sicurezza del comune di Priolo Gargallo. A seguito delle numerose segnalazioni di cittadini priolesi che lamentano fastidiosi miasmi provenire dal depuratore consortile I.A.S. , il sindaco Antonello Rizza ha disposto un sopralluogo con l’obiettivo di accertare la funzionalità dell’impianto di deodorizzazione del depuratore. Dal controllo effettuato è stato accertato che i sistemi di convogliamento e di abbattimento delle sostanze odorigene nei punti di emissione E1 E2 E3 erano inattivi. Sistemi fermi per manutenzione da gennaio di quest’anno questo quanto dichiarato dal responsabile esercizio, gli stessi sistemi  che prima di questa data gli impianti sono stati in regime di prova di funzionalità. E’ intenzione dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Rizza,  trasmettere il verbale del sopralluogo all’Assessorato Regionale all’Ambiente che ha emesso il decreto autorizzativo per la messa in marcia dell’impianto invitandolo a diffidare l’I.A.S.  “E’ necessario – questo quanto dichiarato dal primo cittadino di Priolo Gargallo –  porre in atto tutte quelle  misure che possano far funzionare in materia definitiva l’impianto, atteso che i cittadini di Priolo non possono più sopportare gli olezzi ed i miasmi che ammorbano l’aria in particolari condizioni meteorologiche. Ci riserviamo sin d’ora di consultare i legali del comune per accertarsi che esistano le condizioni, per intentare una causa contro I.A.S. per il mancato funzionamento dell’impianto per i danni cagionati ai cittadini costretti a respirare un’aria  sicuramente poco salubre. In considerazione di quanto emerso è intenzione del comune eseguire periodicamente sopralluoghi in sinergia con altri enti competenti, in tutti i siti industriali che ricadono nel territorio comunale. Tutto ciò per impedire che si possano verificare anche in altri siti, situazioni come quelle accertate in I.A.S.. Ribadiamo la nostra vocazione industriale  come quando alla stessa corrisponde da parte dell’industria una vocazione al rispetto della salute, dell’ambiente ed in una sola battuta al rispetto della dignità e della vivibilità dei cittadini di Priolo Gargallo”.

Silvana Baracchi             

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com