breaking news

FONTANAROSSA-SOSPESO APPALTO PISTA

15 Settembre 2010 | by Redazione Webmarte
FONTANAROSSA-SOSPESO APPALTO PISTA
Attualità
0

Un’istanza di anticipazione d’udienza in Camera di Consiglio è stata presentata dalla SAC al Tar di Catania che il 9 settembre scorso – a seguito di un ricorso presentato due giorni prima dall’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) – ha emesso un decreto di sospensione della gara europea di appalto dei lavori di riqualificazione strutturale e funzionale della pista dell’Aeroporto Internazionale di Catania Fontanarossa. L’udienza è al momento fissata per la data del 7 ottobre.  In un comunicato stampa diffuso nel pomeriggio si precisa che la gara non è gestita dalla SAC bensì dall’Ufficio regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici (UREGA) e che le modalità del bando sono state supervisionate dall’ENAC. Il presidente della SAC, Gaetano Mancini spiega così le ragioni della scelta: “Si tratta di lavori di importanza urgente e strategica per lo sviluppo dello scalo e per l’incremento ulteriore degli standard di sicurezza aeroportuali. Il ricorso, infatti, provocherà un ritardo che si ripercuoterà inevitabilmente sull’inizio dei lavori: di qui la decisione di richiedere l’anticipazione dell’udienza al Tar”. In tal senso verrà chiarito come la riqualifica della pista aeroportuale catanese, per la tipologia di traffico ospitato, richiede – soprattutto ai fini della sicurezza – una adeguata specializzazione del soggetto che dovrà eseguire i lavori. Da qui le scelte operate, richieste anche dall’ENAC, che sono analoghe a quelle effettuate in altri aeroporti italiani di dimensioni anche inferiori a quello catanese. Per ciò che riguarda invece la pubblicazione del bando occorre dire che è avvenuta sulla Gazzetta Europea, nonché sul sito della SAC, 69 giorni prima della scadenza, cioè con un tempo assegnato alle imprese ben maggiore di quello previsto dalla normativa del settore. “I legali della SAC – conclude il presidente Mancini – argomenteranno comunque più dettagliatamente le proprie ragioni nell’unica sede opportuna e competente, che è quella del Tar”. (pri)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com