breaking news

Francofonte | «Io non ci sto», domani pomeriggio città in marcia per la legalità

15 Ottobre 2019 | by Silvio Breci
Francofonte | «Io non ci sto», domani pomeriggio città in marcia per la legalità
Attualità
'
0

L’iniziativa promossa dalla comunità parrocchiale della Chiesa Madre guidata da don Luca Gallina. Molte le adesioni. Un mese fa il grave episodio nei confronti dell’ispettore capo della Polizia municipale, Nello Russo.

«Io non ci sto». È lo slogan che accompagnerà la marcia per la legalità che si svolgerà domani a Francofonte, a partire dalle 17.30, per alimentare la coscienza civile contro le mafie e la criminalità in genere. Promossa dalla comunità parrocchiale della Chiesa Madre guidata da don Luca Gallina, l’iniziativa ha subito raccolto l’adesione della società civile, delle scuole, delle associazioni culturali e sportive che operano nel territorio. La marcia prenderà il via dal sagrato della Chiesa Madre per raggiungere piazza Ville (già Dante), dove si concluderà con alcuni interventi programmati.

Un mese fa l’incendio dell’auto di Russo. Parole di ferma condanna nei confronti di ogni forma di illegalità e di ogni evento delinquenziale quelle pronunciate dal parroco della Chiesa Madre, don Luca Gallina, in occasione della presentazione della marcia che si svolgerà a poche settimane di distanza dal grave episodio dello scorso settembre, quando ignoti diedero fuoco all’auto dell’ispettore capo della Polizia municipale, Nello Russo, parcheggiata sotto la sua stessa abitazione. Episodio intimidatorio fermamente condannato da istituzioni e forze politiche e sociali, che è tornato purtroppo a riaccendere la paura tra gli abitanti della cittadina.

«Mettiamoci la faccia». «È giunto il momento – ha sottolineato don Gallina – di metterci la faccia. Di impegnarsi in uno stile di vita che sia improntato alla legalità. Di dire con forza che non vogliamo abitare in una città dove i corrotti, i mafiosi, i delinquenti la fanno da padrone, ma in una città dove gli onesti, coloro che ogni giorno si sforzano di vivere nella legalità sappiano fare la voce grossa. Di dire che non ci stiamo più a subire questa prepotenza. Perché dove non ci sono diritto e giustizia non c’è libertà. Dove non c’è rispetto non c’è dignità».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com