breaking news

Francofonte| Immobile confiscato, via alle procedure di assegnazione

19 Gennaio 2017 | by Silvio Breci
Francofonte| Immobile confiscato, via alle procedure di assegnazione
Attualità
'
0

Sito in contrada Contrasto, l’edificio fu consegnato al Comune nell’ottobre del 2015 dall’Agenzia dei beni confiscati alla criminalità. Sarà assegnato a cooperative o associazioni impegnate sul territorio in attività benefiche e di assistenza.

musicafestival_300x250Sarà destinato a finalità sociali l’immobile di contrada Contrasto confiscato nel 2009 e nel 2015 consegnato dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al Comune di Francofonte. Con un atto di indirizzo votato dalla giunta, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Palermo ha dato formalmente il via alle procedure per la predisposizione del bando e la successiva assegnazione in uso gratuito dell’immobile per 8 anni. Nello specifico, si tratta di un fabbricato di poco meno di 500 metri quadrati su due livelli e con un piccolo terreno di pertinenza, ubicato in contrada Contrasto. Piuttosto che per finalità istituzionali, così come prevede anche la norma di riferimento, l’amministrazione comunale ha deciso di destinare l’immobile a finalità sociali, ovvero a cooperative o associazioni impegnate sul territorio in attività benefiche e di assistenza. Il Comune di Francofonte, come molti altri delle province di Catania, Messina, Siracusa, Ragusa, Agrigento, Caltanissetta ed Enna, entrò in possesso del bene confiscato nell’ottobre del 2015. In quella occasione, alla presenza dei vertici della magistratura di Catania e dei prefetti delle province interessate, il prefetto Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, consegnò ai sindaci dei Comuni interessati un totale di 202 immobili confiscati alla mafia, tra appartamenti e terreni. Presente allora alla consegna anche la responsabile della sezione siciliana dell’Agenzia dei beni confiscati, Maria Antonietta Manzo.

© Riproduzione riservata

medmoda new 650x

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com