breaking news

Francofonte | Inaugurazione dello stadio a ranghi ridotti causa Covid, è scontro

21 Aprile 2021 | by Silvio Breci
Francofonte | Inaugurazione dello stadio a ranghi ridotti causa Covid, è scontro
Attualità
2

La cerimonia a inviti in programma sabato 24 aprile. Ma la decisione non piace ai consiglieri comunali di minoranza che diserteranno l’evento. L’amministrazione: «Sarebbe stato bello condividere l’inaugurazione con i cittadini, ma le norme anti Covid non lo permettono». Polemiche per l’intitolazione.

L’amministrazione: «Dispiaciuti di non poter far partecipare il grande pubblico». Monta la polemica intorno all’annunciata inaugurazione dello stadio comunale al termine di un consistente intervento di riqualificazione disposto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Lentini. La cerimonia si svolgerà sabato 24 aprile ma le norme tese a contrastare il diffondersi del contagio da Covid-19 non consentiranno ovviamente la partecipazione del pubblico delle grandi occasioni. Lo ha fatto sapere la stessa amministrazione comunale con una comunicazione apparsa sui canali social dell’ente. «Con immenso dispiacere – si legge – l’evento non sarà aperto alla cittadinanza, ma a un numero contingentato di persone. In particolare saranno ammessi alla cerimonia di inaugurazione solo coloro che hanno ricevuto l’invito. Sarebbe stato bello condividere l’evento con i cittadini francofontesi, ma le norme anti Covid purtroppo non lo permettono. La buona notizia è che l’apertura al pubblico dello stadio comunale è ormai imminente e i cittadini ne potranno usufruire al meglio».

Lance in resta dei consiglieri di minoranza. L’inaugurazione off-limits diventa però terreno di contro politico. All’attacco dell’amministrazione comunale i consiglieri di minoranza di Diventerà Bellissima. «Siamo amareggiati – scrivono in una nota – sia per la scelta di inaugurare un bene della popolazione senza la popolazione, che ne pagherà il mutuo, e quindi per sola vanagloria, sia per l’intitolazione dello stadio a un uomo che, per tutto il rispetto, la stima e l’affetto che si possa avere per lui e che ribadiamo e confermiamo per averlo conosciuto, non è rappresentativo tanto quanto chi quello stadio lo ha voluto nell’interesse dei francofontesi e ne ha consentito la realizzazione. L’intitolazione – ricordano i consiglieri di Diventerà Bellissima – è stata già fatta quando lo stadio è stato inaugurato, durante il mandato del sindaco Castania. L’on. Intrigliolo era un rappresentante del popolo e in virtù di quel mandato consentì la realizzazione dello stadio ed è dunque solo a lui che va tributata l’opera, non ad altri che in nulla hanno contribuito. Troviamo questa scelta dell’amministrazione non solo non conforme alle vicende storiche che invece andavano valorizzate, ma anche sprezzante del volere del popolo e delle glorie passate. Francofonte e i francofontesi non meritano questo. Non si possono intitolare le opere pubbliche a tutti i cittadini francofontesi meritevoli di passare alla storia, anche per piccole azioni quotidiane o particolari doti che li hanno contraddistinti in vita, ma certamente non si possono e non si devono dimenticati coloro che in nome del popolo hanno concretamente fatto la storia della cittadina». I consiglieri di Diventerà Bellissima hanno annunciato che diserteranno la cerimonia «perché ci sentiamo più vicini alla popolazione che ai “prescelti”».

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com