breaking news

Francofonte | Violenze e maltrattamenti sulla compagna, in manette un 31enne

17 Maggio 2022 | by Silvio Breci
Francofonte | Violenze e maltrattamenti sulla compagna, in manette un 31enne
Cronaca
'
0

Arrestato dai carabinieri della locale stazione. L’uomo originario del Ragusano, ora ai domiciliari, denunciato dalla donna dopo una serie di episodi di violenza, l’ultimo la rottura dei denti.

L’arresto. I carabinieri della locale stazione hanno arrestato un pregiudicato 31enne originario del Ragusano, da tempo stabilitosi a Francofonte, per maltrattamenti in famiglia, lesioni e sequestro di persona. I militari dell’Arma hanno accertato che l’uomo era solito vessare la compagna sottoponendola a continue violenze fisiche e psicologiche e, non per ultimo, a segregarla in casa chiudendola a chiave in una stanza priva di balconi quando lui si assentava dall’abitazione. Comportamenti che determinavano nella donna un perdurante disagio, incompatibile con le normali condizioni di vita.

I fatti. La condotta violenta dell’uomo ha avuto inizio in un Comune del Ragusano, per poi continuare a Francofonte, dove la coppia si era stabilita nella speranza di recuperare il rapporto. Dopo un primo periodo di apparente calma, il 31enne ha ripreso nella sua condotta vessatoria e violenta, fino a quando la donna si è decisa a denunciarlo e a interrompere la relazione e la convivenza. Non rassegnatosi alla fine della relazione e noncurante degli ammonimenti notificatigli dai carabinieri, l’uomo ha sorpreso la donna da sola in una strada del centro di Francofonte, l’ha avvicinata e dopo averla ingiuriata l’ha colpiva violentemente con un corpo contundente alla bocca, provocandole la rottura dei denti e costringendola a ricorrere a urgenti cure mediche. Proprio quest’ultimo episodio ha indotto l’autorità giudiziaria, su richiesta della Procura della Repubblica di Siracusa, a emettere il provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari, eseguito dai carabinieri, sussistendo il concreto e attuale pericolo di reiterazione dei reati.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *