breaking news

FURTO RAME,INTERROTTA L’EROGAZIONE ACQUA

19 Novembre 2010 | by Redazione Webmarte
FURTO RAME,INTERROTTA L’EROGAZIONE ACQUA
Attualità
0

L’ennesimo e stavolta consistente furto di cavi elettrici, compiuto la scorsa notte nei pressi del borgo “Angelo Rizza”, in contrada Tummarello, a soli due giorni di distanza da un precedente furto, provoca l’arresto dei motori di sollevamento del pozzo Buda e la conseguente interruzione dell’erogazione di acqua potabile a tutto il centro storico.
Il pozzo Buda, con i suoi quaranta litri circa di acqua al secondo, è infatti il più importante della rete di pozzi di cui si serve il Comune per assicurare a tutti i cittadini un costante approvvigionamento idrico. Appresa stamani la notizia del furto, l’Amministrazione Comunale, per ridurre al minimo i disagi alla popolazione, è corsa subito ai ripari attivando, già dalle prime ore del pomeriggio, un gruppo elettrogeno per alimentare i motori del pozzo Buda e per consentire ai tecnici dell’Enel – che da stamattina sono sul posto per verificare l’entità del danno e pianificare il lavoro – di ripristinare nel più breve tempo possibile le numerose campate smantellate nottetempo dai ladri di rame e riattivare così la normale fornitura di energia elettrica.
I lavori di ripristino della linea da parte dei tecnici dell’Enel potrebbero però causare anche il fermo del vicino pozzo Morabito. Per questo motivo, per ridurre al minimo i possibili conseguenti disagi e soddisfare il fabbisogno idrico della popolazione e degli operatori commerciali, l’Amministrazione Comunale ha predisposto con i propri mezzi un servizio di rifornimento idrico, per usufruire del quale occorre rivolgersi ai Vigili Urbani, in piazza Armando Diaz, telefonando al numero 095 / 7846064.
ANTONINO LANDRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com