breaking news

GIUSTIZIA, L’ANPAR CHIEDE UN PIANO

GIUSTIZIA, L’ANPAR CHIEDE UN PIANO
Attualità
0

“L’albero della mediazione civile è ogni giorno attaccato da “infestanti” appartenenti a categorie professionali, che non vogliono il bene dei cittadini”. Il messaggio lanciato al ministro Alfano, dall’A.N.P.A.R. (Associazione Nazionale per l’Arbitrato e la Conciliazione) è chiaro, “rendere obbligatorio”, prima dell’azione ordinaria, il tentativo di conciliazione per tutti i diritti disponibili, e lasciare che la volontà delle parti sia sovrana nel voler conciliare o meno. “E’ un modo troppo elementare, oggi – si legge in una nota diffusa questa mattina – parlare di conciliazione da parte di chi fin dal ’99 doveva intervenire e non è intervenuto o meglio ha detto bene della conciliazione fino a pochi mesi fa, salvo a dir male ora perchè, i cittadini “informati”preferiscono conciliare piuttosto che attendere lunghi e costosi processi”.Per l’Anpar, “la difesa  “classista” è talmente piena di cavilli  da far pensare che questi ce l’hanno contro tutti coloro che contribuiscono a dare una chiara visione di come versa la giustizia. Chi tenta di inasprire lo scontro – sulla crisi attuale della giustizia oggi – con dure prese di posizione non fa altro che aggravare lo sconforto dei cittadini nei confronti della giustizia”. Secondo l’associaizone è dunque  necessario che il Guardasigilli proceda con il piano straordinario per la riduzione del contenzioso civile attraverso la presentazione di un disegno di legge, che mira a “ridurre, con effetti durevoli, il contenzioso pendente, nel comune obiettivo di rendere il sistema giudiziario civile italiano finalmente all’altezza delle grandi democrazie occidentali”. (flo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com