breaking news

Gli spara per un “ammanco” di droga. Ma in casa, non per strada

2 Febbraio 2019 | by Redazione Webmarte
Gli spara per un “ammanco” di droga. Ma in casa, non per strada
Senza categoria
0

Nelle prime ore della mattinata, agenti della Squadra Mobile hanno eseguito l’ordinanza con la quale il G.I.P. presso il Tribunale di Siracusa, su richiesta della Procura della Repubblica aretusea, ha disposto l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di due uomini accusati di tentato omicidio. I fatti risalgono all’agosto scorso.

Danilo Greco, siracusano, classe 86, pregiudicato, Con la medesima ordinanza il G.I.P. si trova ai domiciliari Giancarlo Limpido, nato a Siracusam nell’82, pregiudicato. I due sono indiziati di tentato omicidio e detenzione illegale di arma comune da sparo.

                  danilo greco

I provvedimenti cautelari in argomento scaturiscono dall’indagine svolta dalla Squadra Mobile, su direttive del Sost, Proc. Davide Lucignani e con il coordinamento del Proc. Agg. Fabio Scavone, a seguito del ferimento di Daniele Caruso, nato a Dusseldorf (Germania) nel ’77, attinto alle gambe da diversi colpi di arma da fuoco lo scorso 9 agosto in pieno centro.

La vittima avrebbe riferito agli inquirenti una versione contraddittoria, secondo la quale due giovani a bordo di uno scooter, travisati con caschi da motociclistica, lo avrebbero affiancato mentre percorreva a piedi la strada che conduce alla sua abitazione esplodendo diversi colpi di arma da fuoco che lo hanno raggiunto alle gambe.

Nel luogo indicato da Caruso, tuttavia, non si furono rinviati né i segni dell’avvenuta sparatoria, né immagini che confermassero quanto dallo stesso riferito. Le attività tecniche avviate a seguito dell’accaduto hanno fornito, invece, una diversa ricostruzione della vicenda consentendo di giungere alla identificazione degli autori del gesto.

Secondo quanto appurato dagli investigatori, infatti, Daniele Caruso sarebbe stato attinto dai colpi di arma da fuoco non in strada, ma all’interno dell’abitazione del noto pregiudicato Danilo Greco,  in via Filippo Juvara a Siracusa, ad opera dello stesso Greco, con la complicità di Giancarlo Limpido.

                        giancarlo limpido

In particolare Greco, accortosi di un ammanco di droga lasciata in custodia a Caruso, avrebbe teso a quest’ultimo “una trappola”, invitandolo, tramite Limpido, a recarsi all’interno della sua abitazione per chiarire i termini della vicenda. Una volta giunto all’interno dell’appartamento, tuttavia, Greco avrebbe fatto sedere la vittima sul divano della cucina e gli avrebbe sparato improvvisamente numerosi colpi di pistola alle gambe; arma appositamente consegnatagli poco prima da Limpido.

Caruso si sarebbe, quindi, trascinato da solo fuori dall’appartamento di via Filippo Juvara e avrebbe chiesto aiuto al padre per farsi trasportare in ospedale. La ricostruzione dell’accaduto è stata suffragata dalla visione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti in zona e dal sopralluogo compiuto all’interno dell’appartamento di Greco, insieme alla Polizia Scientifica, grazie al quale sono state rinvenute tracce ematiche, verosimilmente riconducibili alla vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com