breaking news

Lentini | Grotta dei Tre Santi, via al consolidamento dopo la festa di maggio

3 Aprile 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Grotta dei Tre Santi, via al consolidamento dopo la festa di maggio
Attualità
0

La chiesetta rupestre è chiusa dal terremoto del 1990. A effettuare i lavori, finanziati dal Dipartimento regionale della Protezione Civile, sarà la Blas Costruzioni di Caltanissetta.

La consegna dei lavori. Sono stati finalmente consegnati all’impresa aggiudicataria dell’appalto, la Blas Costruzioni Srl di Caltanissetta, i lavori di consolidamento di uno dei luoghi sacri più amati dai lentinesi, la Grotta dei Tre Santi, la piccola chiesa rupestre all’interno della quale, secondo la tradizione, i tre patroni di Lentini, Alfio, Filadelfo e Cirino, furono tenuti in catene prima del martirio avvenuto il 10 maggio del 253 dopo Cristo.

L’intervento previsto. L’intervento fu approvato nell’ottobre del 2011 e finanziato dal Dipartimento regionale della Protezione Civile con le risorse della 433, la legge del 1991 per la ricostruzione dei centri danneggiati dal terremoto del 13 dicembre 1990. Ma solo nell’ottobre del 2017, con l’approvazione del quadro tecnico economico definitivo, furono impegnate le risorse. I lavori di recupero e conservazione, che cominceranno subito dopo i festeggiamenti patronali di maggio, comporteranno un investimento di poco più di 211 mila euro. La Blas Costruzioni, offrendo un ribasso del 35,5347% su un importo a base d’asta di poco più di 129 mila euro, si è aggiudicata i lavori per un importo di 83.176 euro oltre gli oneri di sicurezza (35 mila euro) non soggetti a ribasso.

La chiesetta rupestre. Chiusa da 28 anni, la grotta è conosciuta anche come Grotta di Tertullo – il prefetto romano che decretò il martirio dei tre fratelli dopo averli processati – e fu utilizzata per tenervi rinchiusi i tre santi a partire dal 3 settembre del 252 dopo Cristo, giorno in cui, secondo la tradizione agiografica, giunsero a Lentini da Vaste. Il semplice portale d’ingresso alla chiesa, a pianta quadrangolare e interamente scavata nella roccia, è preceduto da una cancellata in ferro battuto accanto alla quale sorge una piccola cella campanaria. All’interno vi è ricostruita una scena della carcerazione. Alla grotta, dedicata anche ai santi Cleonico e Stratonico, si giunge risalendo il ripido vicolo Tre Santi dopo aver lasciato via Paradiso. Secondo la tradizione, nella spelonca l’apostolo Andrea e Cristo stesso apparvero ad Alfio, Filadelfo e Cirino per rinvigorirli dalle sofferenze.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com